Una professione "magica"

Cara Diana, scusami il tu ma è come se ti conoscessi da tempo. La tua rivista è entrata nel mio studio alcuni anni fa e da allora ho sempre seguito la vostra associazione con simpatia e devo dire che tra i miei clienti ho trovato numerosi sostenitori della vostra (e anche mia) causa. Sono veterinaria di non più freschissima leva e ho letto tutti i tuoi libri appassionandomi e commuovendo nonostante in vita mia ne abbia viste di cotte e di crude. La scorsa estate una mia cliente alla quale ho curato una cagnolina che era stata investita da un’auto sapendo quanto mi piacciano i tuoi libri (anche lei li ha letti tutti e ogni tanto ci scambiamo le nostre impressioni) mi ha regalato “Silver Moon, lo stregone del mare”.
Sono riuscita a leggerlo solo pochi giorni fa e volevo complimentarmi e ringraziarti per le belle emozioni che mi hai regalato. Leggendo la storia di Spillo e di Michel, il veterinario “stregone”, ho rivissuto i palpiti giovanili che mi hanno poi spinta a intraprendere gli studi universitari e diventare veterinaria. Nelle tue pagine hai saputo cogliere e descrivere la vera essenza della nostra professione che se oggi è sempre più supportata dalla diagnostica strumentale non può essere scevra di quell’intuizione e quella passione che tu tanto bene hai saputo descrivere.
Hai fatto un grande servizio a noi veterinari (tutti dovremmo leggere questo libro) ricordandoci che curare i nostri piccoli pazienti è una missione/passione e non un lavoro come qualunque altro lavoro. Dopo aver letto il tuo libro sono andata a cercare ancora dentro di me quella scintilla che aveva acceso la mia passione tanti anni orsono. Grazie a te ho capito che è ancora accesa, dopo tanti anni.
Grazie Diana a nome di tutti i miei colleghi veterinari per aver parlato della nostra magnifica e “magica” professione.

Marina

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

Boris, professione angelo custode

Gentile Signora,
ieri sera ho finito di leggere i suoi due libri su Bruno e Boris.
Inutile dirle che specialmente il libro su Boris mi ha fatto piangere. Onestamente non ho mai letto un libro scritto per un amico così intenso e commovente, l’amore che sprigiona da questi due libri nei confronti dei suoi amici è un qualcosa di tangibile e commovente.
Forse si sarà accorta che anche io ho un Leonberger, che risponde alla descrizione del Suo Boris, probabilmente è  guardando il mio amico e quello che mi dà tutti i giorni che sono riuscito a comprendere il suo amore per Boris e Bruno.
Le posso dire che anche io sento gli stessi sentimenti per il mio Amico Dundee, non riesco più a vivere senza di lui e tutta la vita della mia famiglia è imperniata sulle esigenze e necessità di Dundee.
Le vacanze sono fatte separatamente fra me e mia moglie in modo che “il ragazzo” come lo chiamo io o “Mi Amor” non sia mai solo ma abbia sempre uno della famiglia con Lui. Certo nella mia vita ho avuto altri Amici, ma mai nessuno è riuscito a scendermi nel profondo come Dundee, stravedo per Lui e non vedo l’ora di poterlo incontrare la sera quando torno a casa dal lavoro.
Sono talmente “rimbambito” da Dundee che dei miei amici mi hanno fatto degli adesivi per la macchina con la foto di Dundee con la dicitura “Vai piano …. pensa a me” e le posso garantire che ho questi adesivi sia in macchina che sulla moto.
Purtroppo molta gente non riesce a capire quale sia e come possa essere profondo il sentimento che ti lega al tuo Amico, a volte ti guardano come se tu fossi improvvisamente impazzito, racconti di una vita che passi con Lui o loro, quello che sono capaci di darti senza chiedere assolutamente niente in cambio e realmente non capiscono.
Le garantisco che finito il suo libro su Boris sono andato immediatamente ad abbracciare Dundee che sembra abbia capito quello che gli volevo trasmettere, tutto l’amore che provo per Lui, e Lui mi ha dato una zampata e una bella leccata in faccia .
Comunque, volevo ringraziarla per avere così ben descritto la Sua vita con Boris, situazioni e sentimenti che anche io ho la fortuna di vivere tutti i giorni con Dundee.
Grazie e mi scusi se le ho rubato del tempo

Mauro A.

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

Curiosità semplice ma legittima/bis

Buongiorno, Diana.
Innanzitutto, la ringrazio per la dettagliata risposta: non pensavo potessero esserci tali e tante complicazioni, dal momento che aveva deciso di gestire il suo lato editoriale in maniera indipendente, con il “Fondo Amici di Paco”…
E proprio a proposito della distribuzione dei suoi romanzi, vorrei segnalarle che, a parte “White Shark” – acquistato per curiosità in libreria – i successivi 3 romanzi, giacché il primo mi era tanto piaciuto, li ho ordinati tramite il sito, perché nelle librerie che mi capita di “frequentare” non li ho mai trovati…
Come ha avuto modo di dire lei stessa al suo distributore, la gente acquista i libri per il loro contenuto, ma anche per l’autore che li ha scritti…
Se è piaciuto un libro, ecco che si va alla ricerca di tutti gli altri (passati e futuri) scritti dallo stesso autore, così da conoscerne l’intera bibliografia! Attendo, quindi, con ansia l’uscita proprio di quel “La vendetta dei broccoli”, già pubblicizzato 2 anni fa all’interno di “Silver Moon”!
La ringrazio ancora per l’attenzione posta alla mia “semplice, ma legittima curiosità” di lettrice affascinata dalle sue storie di mare ed animali.
Un caro saluto

Rossana F.

Curiosità (semplice ma legittima..)

Buonasera, Diana.
Da appassionata lettrice dei suoi romanzi quale sono (come tanti d’altronde), mi piacerebbe sapere quando pubblicherà un nuovo libro.
Ho già letto tutti e 4 i suoi romanzi e mi piacerebbe leggerne un altro.
Trovo  molto appassionanti, infatti, le storie che descrive e la mia unica alternativa – per ora – per tornare e rivivere quelle storie, sarebbe quella rileggere tutti i libri…
Come detto nell’oggetto, la mia è una semplice curiosità, ma, da appassionata lettrice, più che legittima, direi…
La ringrazio sin d’ora per l’attenzione.

Rossana F. (Pavia)

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

I sentimenti degli animali

Gentile signora Diana,
ieri ho ricevuto il pacco (splendido il calendario! ) ed ho commesso una mascalzonata: il libro (Paco, diario di un cane felice) è destinato a mia sorella, che adora i suoi libri. Ma poiché io davanti ad un libro sono peggio di un drogato in astinenza davanti ad una dose, prima di incartarlo me lo sono letto. L’ho letto “in un boccone” e non trovo le parole per complimentarmi. E’ bellissimo, forse ancora più di Paco il Re della Strada.
Potrei scriverle duecento righe di elogi, per questo libro e per quelli letti in precedenza, ma penso che mi manderebbe all’inferno.
Per cui mi limito a ringraziarla, perché sa descrivere così bene i sentimenti di chi come me (e fortunatamente come tanti altri) ama gli animali.
Perché riesce a mettere in luce anche il punto di vista del cane (ho letto molti  libri, più o meno belli, che trattano il rapporto tra uomo e cane ma vi ho sempre trovato descritti solo i sentimenti umani, e spesso la scrittura mi sembrava “forzata”).
E soprattutto la ringrazio perché dà voce a chi non ne ha.
Comunque ieri sera ho dovuto consumare un flacone di collirio per evitare che mio marito, rincasando, pensasse ad un disgrazia! Io non sono abitualmente una con la lacrima facile, ma gli animali mi sciolgono l’anima.
Bacioni a tutti
Luisa

Cara signora Diana,
anch’io ti ringrazio per i tuoi libri, perché la mia mamma ride, piange, si commuove, si intenerisce………….. e poi mi triplica le coccole!
Un grande bau
Balu

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

I miei musi ispiratori

Ho ricevuto i libri che ho ordinato, grazie… I miei musi ispiratori è molto bello, delle belle foto con relative dediche, quelle che mi sono piaciute di più sono: “un uomo, un cane,il mare”… mi sono venute le lacrime agli occhi perché mi ci ritrovo… vorrei anch’io ancora un cane, e per Natale metterò questo libro nei regali a mio marito, col segnalibro, su questa pagina…
Poi molto bello: il mio lato debole… e sonno vigile
Lei ha intrerpretato benissimo le sensazioni di queste foto.
La ringrazio, e La saluto

Tita

…sa che al canile di Palazzolo è arrivato un cane come Paco………spero sia fortunato come il suo….

Occhi sbarrati

Ciao Diana,
mi sento sciocco a scriverti dopo cinque anni dalla pubblicazione del tuo libro “Occhi sbarrati”.
Ma dovevo dirtelo, l’ho trovato stasera in biblioteca e l’ho letto.
Ad ogni pagina sfogliata era una lacrima di commozione, anche ora mentre ti scrivo ho gli occhi bagnati, bellissimo.
Ho già un cane, non preso al canile ma dal negozio, ma il prossimo verrà dal canile.
Grazie di aver fatto un libro così bello.

Stefano

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

Emozioni

Ciao Diana, sono Germano da Firenze, perdona la confidenza, ma leggere Black Swan, come ogni volta che si legge, ha significato per me un viaggio splendido e l’averti in qualche modo conosciuta. Volevo complimentarmi per la tua storia e per la densità dei personaggi in essa contenuti.
Come ogni persona legata al mare, sono riuscito a sognare ed a soffrire leggendo il tuo libro.
Così penso di doverti ringraziare.
Il prezzo di copertina non comprende mai le emozioni che si regalano con un libro. Quelle sono assolutamente in omaggio. Forse perchè non hanno
prezzo.

Germano

(clicca su “continua” per leggere la risposta di Diana)

Paco

Ho avuto il piacere di leggere il suo libro “Paco, diario di un cane felice”. Mi è stato prestato ma dopo alcune pagine ero già in libreria per acquistarlo: volevo averlo per poterlo ancora rileggere. Mi ha coinvolta così tanto che mi sembrava di conoscere Paco di persona, mi ha sommerso di emozioni, commosso da farmi leggere molte delle pagine in lacrime.
Ho amato Paco e tutti i personaggi del libro fin dalla prima pagina e non vedo l’ora di leggere anche “Paco, il re della strada”.
Sono volontaria nel canile della mia città (Rovereto) e cerco di fare tutto il possibile per rendere la vita dei nostri amici più dolce e normale possibile ma purtroppo sono tanti e ho sempre l’impressione di non fare abbastanza.
Un anno fa ho adottato un piccolo cane di sedici anni cieco, sordo malato di tiroide e di cuore.
Quando è arrivato in canile era pieno inverno soffriva molto per il freddo ma soprattutto era veramente apatico a tutto e troppo rassegnato alla sua condizione.
Come se aspettasse che quel famoso camion che Paco nomina spesso nel suo libro venisse a liberare il suo piccolo cuore da quel dolore che l’abbandono gli aveva causato. E’ entrato a fare parte della mia già numerosa famiglia di amici vari (cani gatti conigli ecc.) la vigilia di natale e piano piano è proprio rinato, è sempre in cerca di baci e coccole a cui non era abituato.
Sono molto felice della mia scelta e vorrei sensibilizzare le persone affinché anche i cani non più giovani abbiano una possibilità di capire che non siamo tutti orribili ma che sappiamo anche amarli fino alla fine e che anche per loro c’è tanto amore.
Parlando con lei mi sembra di conoscerla da sempre e le voglio esprimere tutta la mia ammirazione per quello che ha fatto con il Fondo Amici di Paco a cui mi sono immediatamente iscritta.
La ringrazio di tutte le belle emozioni che mi ha fatto vivere attraverso il suo libro.
Tanti saluti

Marina

(clicca su “Leggi tutto” per leggere la risposta di Diana)

Il coraggio di dire che si ama

Carissima Diana.
Ho appena finito di leggere il tuo “Boris, professione angelo custode”. Ribadisco il mio apprezzamento sul tuo scrivere. Tralasciando il fatto che il mio amore per gli animali mi fa essere un po’ di parte, trovo che il tuo ‘umanizzare’ i protagonisti a 4 zampe rende ancora più avvincenti (nel caso ce ne fosse bisogno) le tue storie.
Ho letto con piacere anche il tuo articolo sul festival. Condivido appieno il tuo pensiero e sono ancora più felice, ancora una volta, di essermelo risparmiato.
Continuo a raccomandare i tuoi libri, li sto facendo acquistare anche alla biblioteca della mia scuola. Chissà che il tuo messaggio di amore e rispetto (reciproco) tra uomo e animali non forgi le giovani menti nella giusta direzione: quella di un mondo con meno sofferenze animali, oltre che umane.
Ti lascio un saluto affettuoso, pieno di stima e simpatia.
Carezze a profusione per i tuoi pelosetti.
Con amicizia

Paola

Continua a leggere “Il coraggio di dire che si ama”