Tempi maleducati: quando va in onda… la rissa

Ormai ogni giorno, per tutto il giorno, in tivù va in onda un ininterrotto spot pubblicitario per il vaccino Pfizer. E tutta la “narrazione” è unilateralmente orientata a pilotare il pubblico a… comprare il “prodotto” più pubblicizzato della storia dell’uomo.
Addirittura, forse per la fretta di chiudere le vendite entro Natale (evidentemente, come può capire chi lavora nel commerciale, hanno da fare il target), oggi qualcuno ha parlato di andare casa per casa per convincere i refrattari a vaccinarsi.
Manderanno i rappresentanti della Folletto? Magari insieme all’aspirapolvere e al kit vaccinale ci vendono anche un freezer a -80 gradi, di quelli che hanno comprato tanti ospedali ma da quando si son messi a inoculare in spiaggia si son resi conto che la recita non reggeva e se ne stanno liberando.
La vendita porta a porta però mi pare una buona idea. È giusto dare un a mano a questi solerti imbonitori delle televendite vaccinali: mica possono caricarsi tutto l’impegno sulle proprie spalle…

Continua a leggere “Tempi maleducati: quando va in onda… la rissa”

IL CALENDARIO DI PACO 2022: un anno intero di bontà e… tanti bei musi

365 GIORNI DI AMORE, SIMPATIA E BENEFICENZA (SENZA DONNE NUDE…)
Se non l’abbiamo fatto finora, almeno per il prossimo anno diamo una mano a tante creature bisognose regalando o regalandoci il mitico Calendario di Paco: il ricavato è devoluto al Fondo Amici di Paco per aiutare i cani e i gatti senza famiglia.

Continua a leggere “IL CALENDARIO DI PACO 2022: un anno intero di bontà e… tanti bei musi”

Istigazione all’odio


Roberto Di Piazza, sindaco di Trieste:
“Spingeremo perché sia stabilito che il peso di eventuali nuove restrizioni gravi solo su coloro che non sono vaccinati, perché sono dei disertori. Se questa è una guerra, in una guerra c’è chi ha paura, non combatte, viene messo al muro e fucilato. Qui non fuciliamo nessuno, ma il peso di eventuali nuove restrizioni deve gravare esclusivamente su questi disertori, che mettono a rischio la salute di tutti. La pazienza è finita.”

Michelangelo Agrusti, presidente di Confindustria Alto Adriatico: “La ricreazione è finita e anche la pazienza dei cittadini. Il peso di un’eventuale restrizione gravi su coloro che non sono vaccinati. Se questa è una guerra, questi sono dei disertori. Non dobbiamo fucilare nessuno, ma dobbiamo far pesare la loro diserzione. Non ci saranno più ristori nel momento in cui dovessimo tornare nelle situazioni precedenti perché non ci saranno più i quattrini.”

Fabrizio Ernesto Pregliasco, medico igienista: “Non vaccinarsi vuol dire essere imboscati, come in una guerra. A suo tempo i soldati venivano fucilati sul posto se non andavano alla guerra, era un meccanismo trucido e devastante. È davvero l’elemento che fa pensare male la popolazione perché se il mio medico non si vaccina perché dovrei farlo io? In realtà è solo ignorante.”

Roberto Burioni, ospite fisso della Rai (pagata col canone): “Propongo una colletta per pagare ai novax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci.”

Continua a leggere “Istigazione all’odio”

La terza guerra mondiale


Una volta c’erano le guerre. Di conquista e di asservimento: per annettere nuovi territori e per… non è difficile capirlo, asservire i popoli. Altri popoli, questo è ovvio, e… il proprio. E questo è un po’ meno ovvio.
Del resto, se ci pensiamo bene, che cos’ha fatto Hitler se non asservire il proprio popolo, convincendolo che le leggi razziali erano cosa buona e giusta, e così pure le deportazioni, i campi di concentramento, lo sterminio degli Ebrei? Un mostro che ha saputo generare altri mostri: quasi un popolo intero, incantato, soggiogato, stregato dalla pazzia di un individuo che nell’arco temporale della storia dell’uomo è durato meno di una meteora, ma di cui si parla ancora a distanza di tanti anni.
Il male trova sempre più spazio del bene. Continua a leggere “La terza guerra mondiale”

“Pandemia dei non vaccinati”: quando la disinformazione prevale sulla Scienza

“Pandemia dei novax”, tuonano i media. La realtà, che nessuno dice, è che i positivi al Covid si trovano solo tra i non vaccinati perché ormai solo loro fanno i tamponi. I positivi vaccinati (che sono tanti) non si trovano perché con l’illusione del Greenpass non fanno controlli.

Dopo l’articolo di due giorni fa “Vaccinazione anticovid: fede o scienza?” in cui spiegavo come vaccinarsi o no sia ormai questione di…. fede, ho ricevuto diversi commenti positivi, anche da parte di medici che lamentano la disinformazione ormai fuori controllo, il fanatismo con cui le tesi vacciniste vengono sostenute da personaggi che nulla hanno a che fare con la scienza ma che, grazie alla fama ottenuta in tutt’altri settori, fanno presa sul pubblico.

Continua a leggere ““Pandemia dei non vaccinati”: quando la disinformazione prevale sulla Scienza”

Buone notizie: arriva il G20 e il virus va in ferie

Buone notizie: per qualche giorno in Italia il Virus si è preso una breve vacanza, ed esattamente dal 30 al 31 ottobre, cioè la durata del summit del G20 a Roma. Del resto come farebbe, essendo tutte le vestali del dio Vaccino occupate a lustrare le scarpe dei “Grandi della Terra”? Come farebbe a imperversare senza il sostegno h24 della grancassa mediatica che riempie di lui pagine di giornali e ore e ore di dirette tv, dedicate ormai esclusivamente alla “narrazione” della pandemia? Continua a leggere “Buone notizie: arriva il G20 e il virus va in ferie”

Sabato al rifugio Fratelli Minori di Olbia – Il racconto di Diana

Diana Lanciotti, fondatrice del Fondo Amici di Paco, racconta le emozioni che ancora, dopo tanti anni, prova quando varca le porte di un rifugio e quanto sia importante l’aiuto che, con la Campagna Antiparassiti, l’associazione da lei fondata nel 1992 riesce a dare a tanti rifugi in tutta Italia per mantenere sani i cani e i gatti salvati dall’abbandono e favorirne l’adozione.

Sono i sabati che mi risollevano da una settimana lavorativa pesante, complicata, frenetica: quelli che passo al rifugio Fratelli Minori di Olbia, che attualmente ospita circa 600 cani e circa 300 gatti, tutti salvati da situazioni disperate se non da morte certa. Continua a leggere “Sabato al rifugio Fratelli Minori di Olbia – Il racconto di Diana”

La Guerra Santa dei vaccinisti: superato ogni limite (e ogni decenza)

Una ragazza di 15 anni bullizzata e allontanata dal gruppo di amici perché ha parlato dei rischi del “vaccino”. Lavaggio del cervello allo stadio finale. Ragazzi rovinati dalla propaganda vaccinista.

Giorni fa “Libero” (di nome ma non più di fatto) titolava “Superato il limite – CRIMINALI NO VAX” (in stampatello, così fa più effetto). Lo spunto di tanto titolare era… la presunta “aggressione” a Matteo Bassetti, la virostar che imperversa da mane a sera in tv e sui giornali, nuovo idolo e modello (in senso letterale, da quando è diventato il testimonial di una nota sartoria) dei vaccinisti, coloro cioè che si sono votati anima e corpo al dio Vaccino. L’unica divinità in cui credere in un’epoca in cui… non c’è più religione. Continua a leggere “La Guerra Santa dei vaccinisti: superato ogni limite (e ogni decenza)”

Boicottiamo i librai che boicottano i libri?…

In un momento in cui l’omologazione la fa da padrona, il ventunesimo libro di Diana Lanciotti è uno stimolo a uscire dalle gabbie del Pensiero Unico Dominante. Un libro “fuori dal coro” per capire l’oggi partendo da ieri. Ma i media di regime non ne parlano e alcuni librai lo boicottano.

“La pandemia provocata dal coronavirus ha inciso profondamente sulla nostra esistenza per quanto riguarda la salute ma anche lo stile di vita. Tutte le nostre certezze sono state messe in discussione e la paura giustificata è stata soppiantata da un terrore cieco che ha modificato i nostri comportamenti e annullato le nostre difese, soprattutto psicologiche. Il senso di annientamento e di sconfitta prevale in tante persone. Ci stiamo ammalando di rassegnazione, il male peggiore che dobbiamo combattere per uscire più forti di prima. Sotto il bombardamento di informazioni, a salvarci in questa fase e anche in futuro sarà la capacità di pensare con la nostra testa, di non accettare a priori il Pensiero Unico dominante, contro il quale propongo la ricetta del libero pensiero.”

Così scrive Diana Lanciotti nella prefazione di Antivirus, Emergere dall’emergenza, un libro fuori da qualunque schema nel quale ha raccolto le sue riflessioni sui temi di attualità, a partire dall’emergenza coronavirus, ripercorrendo gli ultimi 15 anni della storia dell’Italia e degli Italiani con quell’indipendenza di pensiero che i suoi lettori apprezzano. Confermandosi uno spirito libero, capace di analizzare la realtà con un approccio nuovo, insolito, intrigante, e una visione chiara anche davanti alle pressioni di un’informazione spesso parziale e distorta e di una propaganda di regime che ci vorrebbe tutti “monopensanti.”
Continua a leggere “Boicottiamo i librai che boicottano i libri?…”