Il 5×1000 al Fondo Amici di Paco: aiutaci a… fare miracoli!

Carissimi amici,
anche quest’anno abbiamo la possibilità di aiutare chi si adopera per gli altri, esseri umani o animali, per migliorare ognuno come può un pezzetto di questo mondo che ci ospita e ha bisogno del contributo di tutti per diventare migliore.
Da anni in tanti avete scelto di destinare il  5xmille al Fondo Amici di Paco, l’associazione che io e mio marito Gianni fondammo nel 1997, ispirati dal nostro straordinario Paco, che molti di voi hanno conosciuto e amato.
Quest’anno come mai c’è bisogno del vostro aiuto, e sapete che se non fosse così non ve lo chiederei.

Continua a leggere “Il 5×1000 al Fondo Amici di Paco: aiutaci a… fare miracoli!”

Ciao, Nikita


Tre giorni fa Nikita se n’è andata. Era il primo cane di Maria Josè. Ii cane del destino, come capita una volta nella vita. Un “cane per caso”, non voluto, non cercato, e come succede in questi casi capace di entrare nel cuore e nell’anima e radicarsi lì, per sempre.
Un rapporto speciale, quello tra Nikita e Maria Josè. Una scoperta, per Maria José, capitata da adulta. Prima di allora lei mai avrebbe immaginato quanto amore potesse contenere il cuore di un cane e quanta intelligenza potesse esserci nella sua mente.
Uno stupore che si era trasformato in consapevolezza, in certezza granitica di poter contare, sempre e ovunque, sull’ombra protettrice del grande cane nero. Un cane con una digntà, una capacità di essere discreto, presente senza mai invadere, conscio della propria forza, delle propre dimensioni, della propria imponenza.
Una creatura educata, gentile.
Una vera “signora”, una gran dama. La ricorderò sempre a guardarmi a distanza, mentre le scattavo una caterva di foto in cerca di quella “giusta” da mettere sul calendario di Paco 2018. Paziente, dolce, con quella classe dei modi e dell’animo che traspariva da ogni pelo.
Nikita è stata un grande cane. Si è allontanata col corpo, ma sono sicura che è ancora lì, accanto alla sua Maria Josè. Le abbraccio tutte e due, con affetto.

Diana

Oggi “TU CREDI… TI SBAGLI” su La Verità

 

Oggi il quotidiano La Verità, diretto da Maurizio Belpietro, pubblica la campagna “TU CREDI… TI SBAGLI”.
Un messaggio di fortissimo impatto, ideato da Diana Lanciotti, la fondatrice del Fondo Amici di Paco, per far riflettere chi… non ci ha mai pensato che anche gli animali soffrono.
Senza ricorrere a immagini o toni brutali (secondo il concetto di “persuadere con dolcezza” che è il motto del Fondo Amici di Paco e della sua fondatrice), il messaggio della campagna TU CREDI…TI SBAGLI induce a riflettere sul fatto che i cani e i gatti provano dei sentimenti e quindi gioiscono ma, anche, soffrono.

Come ha spiegato Diana Lanciotti, pubblicitaria, scrittrice e giornalista, e ideatrice della campagna:

Continua a leggere “Oggi “TU CREDI… TI SBAGLI” su La Verità”

TU CREDI… TI SBAGLI. Scegliete il vostro soggetto preferito e commentate… C’è una sorpresa per voi

TU CREDI… TI SBAGLI.
Scegliete il vostro soggetto preferito della nuova campagna del Fondo Amici di Paco e scrivete un vostro commento.
Gli autori dei 3 commenti che piaceranno di più a Diana Lanciotti, la fondatrice del Fondo Amici di Paco, riceveranno una copia del suo libro La vendetta dei broccoli con una dedica speciale autografata dall’autrice.
Qua sotto tutti i ritratti in dimensioni maggiori.

Continua a leggere “TU CREDI… TI SBAGLI. Scegliete il vostro soggetto preferito e commentate… C’è una sorpresa per voi”

TU CREDI… TI SBAGLI. La nuova campagna del Fondo Amici di Paco contro l’abbandono e le sofferenze inflitte agli animali. Per chi crede… ma sbaglia.

Molto spesso chi fa soffrire gli animali lo fa per superficialità, non necessariamente per crudeltà ed è perciò importante favorire una riflessione sulla sofferenza degli animali per modificare una mentalità che parte dall’interno delle famiglie, passa per gli allevamenti e i macelli, per arrivare nei laboratori di vivisezione. Continua a leggere “TU CREDI… TI SBAGLI. La nuova campagna del Fondo Amici di Paco contro l’abbandono e le sofferenze inflitte agli animali. Per chi crede… ma sbaglia.”

Un libro sull’omeopatia – dal blog di Gioia Locati

Gioia Locati, giornalista da anni impegnata per una medicina più “umana”, nel suo Blog “Col senno di poi” del Giornale.it ha presentato il libro Omeopatia, medicina di precisione e grande opportunità di Giovanni Gorga, presidente di Omeoimprese (Nuova Ipsa edizioni).
Gioia scrive sempre con equilibrio e coerenza, con un’informazione che non sbava mai nella polemica, anche se su certi temi a volte si fa fatica a non trascendere. Bravissima, lei, a mantenere il bon ton in ogni circostanza.

Continua a leggere “Un libro sull’omeopatia – dal blog di Gioia Locati”

BLACK SWAN. Cuori nella tempesta – Un libro per l’estate

Quasi 20 anni ma non li dimostra. Black Swan.Cuori nella tempesta, il romanzo d’amore e di mare di Diana Lanciotti venduto in migliaia di copie è ancora ai primi posti della classifica di Paco Editore. Un libro imperdibile, da leggere e rileggere (come hanno già fatto in tanti).
Giorgia Corsini è una famosa timoniera, vincitrice della più dura regata intorno al mondo: l’Ocean Race. Quando incontra Roberto rinuncia a una carriera strepitosa. Si sposano e…
La più appassionante storia d’amore e di mare degli ultimi anni. Una donna straordinaria, un uomo, una bambina e un cane in viaggio sul Black Swan, una barca che li porterà sui mari più belli del mondo, in cerca della serenità perduta, incontro al loro destino.
Un romanzo imperdibile per chi ama il mare e le storie d’amore forti e coinvolgenti.

Continua a leggere “BLACK SWAN. Cuori nella tempesta – Un libro per l’estate”

Extracomunitario fa arrosto un gatto: diciamo basta alla barbarie

Da stamattina sui social circola un video girato davanti alla stazione di Campiglia Marittima in provincia di Livorno, in cui un extracomunitario, dopo aver presumibilmente sbattuto sull’asfalto un povero micio, lo arrostisce su un fuoco da lui stesso acceso. Non metto il link perché voglio risparmiarvi l’orrore, anche se credo che in tanti l’avrete già visto.
Allora: già il fatto di accendere un fuoco per strada non è ammissibile. Quindi anche a voler dire, come fanno e faranno in tanti, “ma le usanze… cosa volete che sia un gatto… la fame…” non ci siamo. Siamo fuori regola.
Ma… ammazzare e fare arrosto un gatto come lo vogliamo definire? Fame? Usanze diverse? Diversa civiltà? Tradizioni culinarie?

Continua a leggere “Extracomunitario fa arrosto un gatto: diciamo basta alla barbarie”

Il complesso d’inferiorità (culturale) del centrodestra

Ho appena letto un interessantissimo articolo sul Primato Nazionale, testata giornalistica online libera e non allineata con quelli che chiamo i lustrascarpe del potere prevalentemente occupati e preoccupati di non innervosire o infastidire i padroni del vapore. Senza pensare, improvvidi, che prima o poi a guidare il vapore arriverà qualcuno voluto dai cittadini, e non imposto ai cittadini. E di tutti quelli che finora hanno cercato di ammannirci le verità dettate dalla propaganda di regime si farà un bel repulisti. E allora, per sfuggire a temute e probabili epurazioni, assisteremo a pentimenti e a riconversioni a una professione giornalistica finalmente libera da quello strapotere politico che indirizza l’informazione in modo unilaterale, all’interno di binari tracciati.

Continua a leggere “Il complesso d’inferiorità (culturale) del centrodestra”