News

DENTRO O FUORI? DIPENDE ANCHE DA TE – Il 5×1000 al Fondo Amici di Paco

Il 5xmille al Fondo Amici d Paco. Un’occasione per fare del bene senza spendere un euro.

Con una campagna di forte impatto il Fondo Amici di Paco invita i suoi sostenitori a destinare il 5×1000 all’associazione che da 26 anni si impegna con importanti iniziative contro il randagismo e a favore dei rifugi che ogni anno salvano dalla strada migliaia e migliaia di cani e di gatti. Un aiuto che può fare la differenza per tanti animali condannati a una vita dietro le sbarre da chi si è disfatto di loro senza un briciolo di pietà.

Da 26 anni il Fondo Amici di Paco si impegna a contrastare il randagismo e ad aiutare i rifugi che salvano i cani e i gatti abbandonati. Non avendo sovvenzioni pubbliche, ha bisogno di donazioni e aiuti dai privati. Uno dei modi per sostenerlo è destinare il 5×1000, come spiega la nuova impattante campagna “Dentro o fuori”.
Fondato 26 anni fa da Diana Lanciotti e dal marito Gianni Errico, il Fondo Amici di Paco è stato la prima associazione ad attirare l’attenzione di istituzioni, media e cittadini sul fenomeno del randagismo e a condurre importanti campagne (come “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, “Tu credi… ti sbagli”, “Cane educato, cane rispettato”), che hanno favorito una nuova coscienza nei riguardi degli animali.
L’associazione si ispira alla figura di Paco, il mitico cagnolino adottato al canile da Diana e Gianni e protagonista di “Paco, il Re della strada” e altri 3 libri vendutissimi grazie ai quali Diana ha fatto conoscere le tribolazioni di un cane abbandonato svelando il volto tragico del randagismo. Paco, diventato testimonial dell’associazione e simbolo di tutti gli animali vittime della crudeltà umana, è scomparso a 15 anni nel 2006, ma in suo nome il Fondo Amici di Paco continua le attività di sensibilizzazione ma soprattutto di aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Il 5xmille è uno dei modi per permettergli di continuare le sue attività, come spiega Diana Lanciotti in questo appello.

Cari amici,
anche quest’anno abbiamo la possibilità di aiutare chi si adopera per gli altri, esseri umani o animali, per migliorare un pezzetto di questo mondo che ci ospita e ha bisogno del contributo di ognuno di noi per diventare migliore.
Anche se i nostri pensieri sono in gran parte concentrati sui grandi problemi che stanno sconvolgendo il pianeta, ricordiamoci di coloro che ogni giorno continuano a impegnarsi per migliorare un pezzetto di questo mondo. Non lasciamoli soli.
Il 5xmille è una delle tante possibilità che abbiamo di essere parte attiva in questo miglioramento, destinando semplicemente una quota dell’IRPEF alle attività benefiche delle associazioni di volontariato, senza rimetterci nemmeno un euro. Tanti di voi da anni scelgono di destinare il loro 5xmille al Fondo Amici di Paco, l’associazione che io e mio marito Gianni fondammo nel 1997, ispirati dal nostro straordinario Paco, che in tanti avete conosciuto e amato. La vostra scelta ci permette di realizzare tanti importanti progetti: regalare ai canili e gattili migliaia di pasti, oltre a medicinali e prodotti antiparassitari (proprio in questi giorni stiamo organizzando la ventunesima edizione della Campagna antiparassiti, con la quale ogni anno doniamo migliaia di prodotti antiparassitari ai rifugi per mantenere in salute i cani e i gatti accuditi e favorirne le adozioni), far adottare tanti cani e gatti abbandonati, promuovere importanti iniziative di sensibilizzazione, come le campagne contro l’abbandono, contro la sofferenza degli animali e tante altre, sollecitare presso le istituzioni azioni per la tutela degli animali, come la legge contro i maltrattamenti che anni fa ha visto finalmente la luce anche grazie alla nostra raccolta firme.
Solo continuando ad aiutarci, con il 5xmille e in altri modi, ci consentite di non far mancare il nostro aiuto a chi da anni conta su di noi. Voi potete fare la differenza.
Come dico sempre, troppo spesso l’uomo si rivela il peggior nemico del suo migliore amico, il cane, così come di tutti gli altri animali. Ma da 26 anni, con voi al nostro fianco, il nostro impegno ha prodotto grandi cambiamenti, graduali ma indelebili, nell’ambito della tutela e dei diritti degli animali. C’è ancora tantissimo da fare, però, e vi chiedo di restare al nostro fianco per continuare a realizzare, insieme e in ricordo del nostro indimenticabile Paco, tante fondamentali iniziative e far sì che un giorno uomini e animali possano convivere su questa terra in perfetta armonia.
Restate con noi! Insieme, possiamo fare tanto.
Un grazie di cuore da me e da tutti gli amici con la coda, che grazie a voi possono contare su un futuro più sereno

Diana Lanciotti
Fondatrice e Presidente onorario FONDO AMICI DI PACO

La campagna “Dentro o fuori? Dipende anche da te” spiega in modo chiaro che il destino dei cani abbandonati e rinchiusi dietro le sbarre di un canile dipende anche dalla nostra volontà di aiutare chi si adopera per assicurare loro condizioni di salute e favorirne l’adozione.
«Destinare il 5×1000 al Fondo Amici di Paco», spiega Diana, «può essere la chiave per aprire quelle gabbie. Da un piccolo gesto dipendono la vita e la felicità di tanti cani e gatti senza famiglia.»
La campagna, pubblicata sulla rivista Amici di Paco e dalle testate che aderiscono all’iniziativa, come tutte le campagne del Fondo Amici di Paco è realizzata gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti, sotto la direzione creativa di Diana Lanciotti.
Importante figura di riferimento nel mondo dell’associazionismo e del no-profit, oltre che pubblicitaria la Lanciotti è giornalista (direttore editoriale della rivista “Amici di Paco”) e scrittrice, con all’attivo ventiquattro libri, alcuni dei quali diventati veri e propri cult. Il suo libro più recente, Cuori grandi così è un reportage fotografico all’interno del rifugio Fratelli Minori di Olbia, un commosso tributo a tutti gli angeli dimenticati e ai volontari che li salvano dando loro dignità e speranza. Diana ha deciso di devolvere i diritti d’autore al rifugio per finanziarne la ristrutturazione e la realizzazione di un’oasi felina.

 

IL FONDO AMICI DI PACO
Il Fondo Amici di Paco, fondato nel 1997 da Diana Lanciotti con il marito Gianni Errico in seguito all’adozione di Paco al canile, è una delle associazioni no-profit più attive a livello nazionale, sia sotto l’aspetto degli aiuti concreti ai rifugi che quello della sensibilizzazione. Sin dalla nascita, ha portato all’attenzione di istituzioni, media e cittadini le problematiche dei cani e dei gatti abbandonati rendendo noto il fenomeno del randagismo, un tempo ignorato.
Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”, tutte realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti), ha saputo aprire la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli, tanto che occuparsi dei diritti e del benessere degli animali è diventato un impegno diffuso e riconosciuto da tanti. In nome e nel ricordo di Paco, scomparso nel 2006, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Non avendo spese di gestione (di cui si fanno carico i due fondatori), l’associazione può devolvere l’intero ricavato delle somme raccolte grazie alla generosità dei suoi sostenitori che da tutta Italia appoggiano le iniziative a favore degli animali più bisognosi.

 

Per informazioni, adesioni o per richiedere la rivista “Amci di Paco”:
Fondo Amici di Paco tel. 030 9900732, paco@amicidipaco.it, www.amicidipaco.it
Per devolvere il 5×1000 al Fondo Amici di Paco per aiutare tanti animali in difficoltà il codice fiscale è: 01941540989

Simona Rocchi
ufficio stampa Fondo Amici di Paco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 8 =