News

Per l’ottavo anno riconfermata la collaborazione tra Fondo Amici di Paco e Arca Sarda per la sterilizzazione delle colonie feline di Costa Paradiso

La sterilizzazione si conferma lo strumento principale per evitare la nascita di cucciolate indesiderate e il diffondersi del randagismo sia canino che felino. Anche per le colonie feline protette è importante una corretta gestione della nascite per mantenere un adeguato stato di salute e di benessere degli animali che vivono in libertà ed evitare problemi sul territorio.

Riconfermata anche per il 2024, per l’ottavo anno, la collaborazione tra Fondo Amici di Paco, associazione nazionale no profit per la tutela degli animali, e Arca Sarda di Santa Teresa Gallura per la sterilizzazione delle colonie feline di Costa Paradiso, rinomata località turistica del nord Sardegna. L’iniziativa si aggiunge al programma di aiuti da parte del Fondo Amici di Paco ai rifugi, che comprende la Campagna antiparassiti con la quale da ventidue anni il Fondo dona a decine di canili e gattili in tutta Italia i prodotti per la profilassi antiparassitaria.

«Arca Sarda è uno dei numerosi rifugi sardi aiutati dal Fondo Amici di Paco», spiega Diana Lanciotti, fondatrice dell’associazione nata nel 1997 in seguito all’adozione di Paco. «Una realtà radicata sul territorio, che svolge un’importante opera di salvaguardia degli animali. Da quattordici anni ci lega un consolidato rapporto di fiducia e collaborazione, rinnovato ogni anno attraverso la Campagna Antiparassiti con la quale doniamo ad Arca Sarda e a decine di altri rifugi in tutta Italia i prodotti più efficaci per la profilassi antiparassitaria dei cani e dei gatti salvati, per mantenerli in buona salute e favorirne l’adozione.»

Vista la presenza di diverse colonie feline a Costa Paradiso, dal 2016 Diana ha deciso di affiancare l’associazione sarda che fino allora finanziava in proprio le sterilizzazioni dei gatti non padronali del comprensorio. La gestione materiale resta in capo ad Arca Sarda, che attraverso i suoi volontari in loco si occupa del prelievo dei gatti da sterilizzare. Il Fondo Amici di Paco provvede al pagamento delle spese veterinarie.

«Da otto anni», spiega ancora la Lanciotti, «grazie alla generosità dei nostri sostenitori da tutto il resto d’Italia possiamo dare un aiuto anche a questo territorio a cui sono particolarmente legata. Ci tengo a precisare che lo facciamo senza chiedere sostegno al Comune, ai proprietari di Costa Paradiso e alla Comunità che li rappresenta, per non gravarne le spese di gestione. Quest’anno contiamo di aumentare il numero dei gatti sottoposti a sterilizzazione grazie a un’iniziativa speciale che è in cantiere e presenteremo all’inizio dell’estate.»

Come evidenzia Diana, né alla Comunità di Costa Paradiso, né ai proprietari, né al Comune viene richiesto nessun aiuto. Va detto però che non ne arriva nemmeno, perché nessuno si preoccupa di sostenere chi si adopera per il bene comune.

«C’è sempre chi pretende che siano gli altri a risolvere problemi che riguardano la collettività», commenta Diana, «ma non pensa o finge di non sapere che la sterilizzazione dei gatti ha un costo, e anche elevato. Per fortuna possiamo contare su tanti sostenitori nel resto d’Italia, disposti a sostenere anche le iniziative di cui altri beneficiano a livello locale. Quello che conta è che ogni anno riusciamo a fare qualcosa di utile per evitare che la presenza dei gatti sul territorio diventi problematica.»

Oltre ad Arca Sarda, che opera a Santa Teresa Gallura, Capo Testa e Costa Paradiso, sono decine i rifugi sardi e nel resto d’Italia che usufruiscono del sostegno del Fondo Amici di Paco, soprattutto attraverso la Campagna Antiparassiti, un’impegnativa iniziativa giunta alla ventiduesima edizione.
Come spiega Diana, che ne è la promotrice e organizzatrice:

«È indispensabile che i cani e i gatti dei rifugi, così come i cani e i gatti di casa, vengano trattati con prodotti efficaci, per prevenire malattie molto gravi e per incoraggiarne l’adozione da parte delle famiglie che, avendo la garanzia che sono sani, saranno più disposte ad adottarli. Per i canili e i gattili, però, la spesa per i prodotti antiparassitari è un grosso impegno economico che spesso non sono in grado di affrontare. Ed è qui che interveniamo noi con la Campagna Antiparassiti, un’operazione molto impegnativa sotto il profilo economico e organizzativo. Per fortuna da alcuni anni, oltre che sul sostegno di tanti “amici di Paco”, possiamo contare sulla collaborazione di MSD AH, che apprezza il nostro impegno. Purtroppo tocca ai privati cittadini sopperire all’assenza delle istituzioni. Perciò facciamo ogni sforzo per essere al fianco di tante persone straordinarie che si dedicano con tutte sé stesse a migliorare le condizioni di vita dei cani e dei gatti abbandonati.»

Spesso si pensa ai rifugi come luoghi di sofferenza, ma in realtà sono luoghi di salvezza e speranza per tanti cani e gatti.

«La realtà dei rifugi, fatta di persone che dedicano tutte sé stesse a salvare cani e gatti buttati via come scarpe vecchie, è sconosciuta a tanti, perché in genere si preferisce non sapere o non si ha il coraggio di entrare in un canile, cosa che invece andrebbe fatta per capire e agire.»

Ogni tanto i rifugi vengono presi di mira da campagne denigratorie.

«Periodicamente torna alla ribalta una vecchia bufala sulla “deportazione” dei cani all’estero, che anni fa costrinse la magistratura a occuparsene, con spreco di soldi pubblici, stabilendo alla fine che si trattava di accuse infondate. La questione si è chiusa nel 2016 con una sentenza che mette una pietra tombale sulle calunnie diffuse da un manipolo di pseudoanimalisti. Me ne sono occupata nell’articolo “Per favore non chiamatemi animalista/4: la bufala dei cani “deportati” in Germania per la vivisezione”  eppure ogni tanto qualcuno la rispolvera per gettare una cattiva luce sull’operato di chi invece di chiacchierare opera concretamente per salvare migliaia di animali.»

 

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Il Fondo Amici di Paco, fondato nel 1997 da Diana Lanciotti con il marito Gianni Errico in seguito all’adozione di Paco al canile, è una delle associazioni no-profit più attive a livello nazionale, sia sotto l’aspetto degli aiuti concreti ai rifugi che quello della sensibilizzazione. Sin dalla nascita, ha portato all’attenzione di istituzioni, media e cittadini le problematiche dei cani e dei gatti abbandonati rendendo noto il fenomeno del randagismo, un tempo ignorato.
Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”, tutte realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti), ha saputo aprire la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli, tanto che occuparsi dei diritti e del benessere degli animali è diventato un impegno diffuso e riconosciuto da tanti. In nome e nel ricordo di Paco, scomparso nel 2006, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Non avendo spese di gestione (di cui si fanno carico i due fondatori), l’associazione può devolvere l’intero ricavato delle somme raccolte grazie alla generosità dei suoi sostenitori che da tutta Italia appoggiano le iniziative a favore degli animali più bisognosi.

 

Diana Lanciotti, pubblicitaria, giornalista e fondatrice del Fondo Amici di Paco, è nota per i suoi libri sugli animali. Per chi ama i gatti: C’è sempre un gatto-Dodici (g)atti unici con finale a sorpresa e La gatta che venne dal bosco, storia piena di ironia, emozione e magia. Gli amanti dei cani la conoscono per la quadrilogia di Paco: Paco, il Re della strada, Paco. Diario di un cane felice, In viaggio con Paco e Paco, il simpatico ragazzo, bestseller che hanno per protagonista Paco, il trovatello testimonial del Fondo Amici di Paco. Grazie ai libri fotografici I miei musi ispiratori, Occhi sbarrati e Cuori grandi così  si è fatta apprezzare anche come fotografa.
In Mamma storna ha narrato la storia vera di un piccolo storno caduto dal nido. Boris, professione angelo custode è stato definito “la più toccante testimonianza d’amore per i cani”. Unendo i temi a lei cari, amore, mare, animali, ha scritto Black Swan-Cuori nella tempesta, White Shark-Il senso del mare, Red Devil-Rotte di collisione e Silver Moon-Lo stregone del mare, romanzi d’amore e di mare con i quali ha inaugurato il filone del “romanticismo d’azione”. Con La vendetta dei broccoli, “giallo vegetariano” di grande successo, ha aperto un importante dibattito sulle scelte alimentari. L’esperta dei cani, I cani non hanno colpe e Ogni gatto è un’isola sono dedicati al tema della comprensione dei nostri animali, al quale si dedica dal 2008 sulla rivista Amici di Paco.
In Cara Diana ti scrivo ha raccolto 22 anni di corrispondenza con gli “amici di Paco” ma non solo.
Antivirus. Emergere dall’emergenza, Guariremo solo se… e Libera mente si occupano di tematiche politiche e sociali, con un approccio “fuori dal coro”.
Titolare dell’agenzia Errico & Lanciotti, che firma gratuitamente tutta la comunicazione del Fondo Amici di Paco, è direttore responsabile della rivista Amici di Paco e direttore editoriale di Paco Editore.Diana è ideatrice di tutte le campagne di sensibilizzazione del Fondo Amici di Paco, per le quali sfrutta il suo quarantennale know-how nel mondo della comunicazione, oltre alla sua passione per gli animali: Non siamo giocattoli, Buona Pasqua anche a loro, Lasciamoli vivere, Non abbandonare il tuo cane, È tempo di vacanze, Cane educato, cane rispettato, TU CREDI… TI SBAGLI, Questa non è la realtà…, “Scegli di amare”, “Anch’io me lo mangio… di baci!”, “Adesso sei pentito?”, “Dentro o fuori?Sbarriamogli la strada” dedicata proprio alla Campagna Antiparassiti. Grazie a queste campagne, realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti di cui Diana è direttore creativo e contitolare insieme al marito, l’associazione ha portato alla ribalta problematiche fino a prima ignorate, diventando un punto di riferimento per il mondo della tutela degli animali e la comunicazione che gli ruota intorno. Il suo sito è www.dianalanciotti.it.

Per informazioni, adesioni o per richiedere la rivista “Amci di Paco”:
Fondo Amici di Paco tel. 030 9900732, paco@amicidipaco.it, www.amicidipaco.it
Per devolvere il 5×1000 al Fondo Amici di Paco per aiutare tanti animali in difficoltà il codice fiscale è: 01941540989

Simona Rocchi
ufficio stampa Fondo Amici di Paco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 5 =