News

“Dentro o fuori? Dipende anche da te.” Il 5×1000 al Fondo Amici di Paco per aiutare i cani e i gatti senza famiglia

Il 5 per mille al Fondo Amici d Paco: un’occasione per aiutare tanti animali in difficoltà senza spendere un euro.

Con una campagna di forte impatto il Fondo Amici di Paco invita i suoi sostenitori a destinare il 5×1000 all’associazione no profit fondata da Diana Lanciotti, che da 27 anni si impegna con importanti iniziative contro il randagismo e a favore dei rifugi che ogni anno salvano dalla strada migliaia e migliaia di cani e di gatti. Un aiuto che può fare la differenza per tanti animali condannati a una vita dietro le sbarre da chi si è disfatto di loro senza un briciolo di umanità.

Da 27 anni il Fondo Amici di Paco si impegna a contrastare il randagismo e ad aiutare decine di rifugi che salvano dall’abbandono e dai pericoli della strada i cani e i gatti rifiutati dai loro padroni. Non godendo di sovvenzioni pubbliche, l’associazione si sostiene grazie a donazioni da parte dei privati. Uno dei modi per sostenerla è destinare il 5×1000, come invita a fare la campagna “Dentro o fuori? Dipende anche da te” che spiega come una semplice firma sulla dichiarazione dei redditi possa fare la differenza per tanti cani e gatti senza famiglia.

Fondato 27 anni fa da Diana Lanciotti e dal marito Gianni Errico, il Fondo Amici di Paco è stato la prima associazione ad attirare l’attenzione di istituzioni, media e cittadini sul fenomeno del randagismo e a condurre importanti campagne (come “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, “Tu credi… ti sbagli”, “Cane educato, cane rispettato”), che hanno favorito una nuova coscienza nei riguardi degli animali.
L’associazione no profit si ispira alla figura di Paco, il mitico cagnolino adottato al canile da Diana e Gianni e protagonista di Paco, il Re della strada e altri tre libri vendutissimi, grazie ai quali Diana ha fatto conoscere le tribolazioni di un cane abbandonato svelando il volto tragico del randagismo e, con il ricavato delle vendite, sostiene le iniziative del Fondo.

Paco, diventato testimonial dell’associazione e simbolo di tutti gli animali vittime della crudeltà umana, è scomparso a 15 anni nel 2006, ma in suo nome il Fondo Amici di Paco continua le attività di sensibilizzazione e soprattutto di aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati.
Il 5xmille è uno dei modi per permettergli di continuare a operare, come spiega Diana Lanciotti in questo appello:

Cari amici,

anche quest’anno abbiamo la possibilità di aiutare chi si dedica gli altri, esseri umani o animali, per migliorare un pezzetto di questo mondo martoriato che ha bisogno del contributo di ognuno di noi. Anche se da tempo l’attenzione di tutti noi è in prevalenza concentrata sui grandi problemi che purtroppo stanno sconvolgendo il pianeta, cerchiamo di non scordarci di tutte le persone straordinarie che ogni giorno si impegnano con passione e fatica a salvare la vita di tanti animali. Non lasciamole sole.

Il 5xmille è una delle tante possibilità che abbiamo di essere loro vicini, destinando semplicemente una quota dell’IRPEF alle attività benefiche delle associazioni di volontariato, senza rimetterci nemmeno un euro. Tanti di voi da anni scelgono di destinare il 5xmille al Fondo Amici di Paco, l’associazione che io e mio marito Gianni fondammo nel 1997, ispirati dal nostro straordinario Paco, che in tanti avete conosciuto e amato. La vostra scelta ci permette di realizzare tanti progetti importanti: regalare ai canili e gattili migliaia di pasti, oltre a medicinali e prodotti antiparassitari (proprio in questi giorni stiamo completando la ventiduesima edizione della Campagna antiparassiti, con la quale ogni anno doniamo migliaia di prodotti antiparassitari a decine di rifugi per mantenere in salute i cani e i gatti accuditi e favorirne le adozioni). E, ancora: far adottare tanti cani e gatti abbandonati, promuovere importanti iniziative di sensibilizzazione, come le campagne contro l’abbandono, contro la sofferenza degli animali e tante altre, sollecitare presso le istituzioni azioni per la tutela degli animali, come la legge contro i maltrattamenti che anni fa ha visto finalmente la luce anche grazie alla nostra raccolta firme.

Solo continuando ad aiutarci, con il 5xmille, o attraverso libere donazioni, o iscrivendovi alla nostra associazione, o acquistando i libri di Paco Editore, ci consentite di non far mancare il nostro aiuto a chi da anni conta su di noi.
Voi potete fare la differenza.

Troppo spesso l’uomo si rivela il peggior nemico del suo migliore amico, il cane, così come di tutti gli altri animali. Ma da 27 anni, grazie al vostro sostegno, il nostro impegno ha prodotto grandi cambiamenti, graduali ma indelebili, nell’ambito della tutela e dei diritti degli animali. C’è ancora tantissimo da fare, però, e vi chiedo di restare al nostro fianco per continuare a realizzare, in ricordo del nostro indimenticabile Paco, tante fondamentali iniziative e far sì che un giorno uomini e animali possano convivere su questa terra in perfetta armonia.

Restate con noi! Insieme, possiamo fare tanto.

Un grazie di cuore da me e da tutti gli amici con la coda, che grazie a voi possono contare su un futuro più sereno

Diana Lanciotti

Fondatrice e Presidente onorario FONDO AMICI DI PACO

La campagna “Dentro o fuori? Dipende anche da te” spiega in modo chiaro che il destino dei cani abbandonati e rinchiusi dietro le sbarre di un canile dipende anche dalla nostra volontà di aiutare chi si adopera per assicurare loro condizioni di salute e favorirne l’adozione.

«Destinare il 5×1000 al Fondo Amici di Paco», spiega Diana, «può essere la chiave per aprire quelle gabbie. Da un piccolo gesto dipendono la vita e la felicità di tanti cani e gatti senza famiglia. È importante ricordare che gli aiuti dati alla nostra associazione hanno un valore maggiore di quelli dati al singolo rifugio. Aiutare i singoli rifugi è molto generoso e gratificante, però è anche importante sapere che, facendo un esempio concreto, i 10 euro donati al singolo rifugio valgono meno, molto meno, dei 10 euro donati al Fondo Amici di Paco. Lo vediamo con la nostra Campagna Antiparassiti con la quale da 22 anni aiutiamo decine di rifugi in tutta Italia: grazie agli acquisti di quantità ingenti di antiparassitari da donare ai rifugi, riusciamo a ottenere dalle aziende e dai grossisti condizioni molto più vantaggiose di quelle che spunterebbe il singolo rifugio, che comprerebbe (ammesso che ne abbia i mezzi) qualche decina di dosi invece delle migliaia che acquistiamo noi. È una legge di mercato: chi compra grandi quantità di un prodotto ottiene sempre degli sconti maggiori rispetto a chi compra poco. Perciò quei 10 euro, con cui il singolo rifugio farebbe poco o niente, sommati a tutti gli altri 10 euro dati al Fondo Amici di Paco ci permettono di aiutare non solo “quel” rifugio, ma decine di altri rifugi. Quindi l’invito che faccio ai nostri sostenitori è di continuare a sostenerci a beneficio non di uno, ma di almeno 50 rifugi, il numero che anche quest’anno raggiungeremo, se non, addirittura, supereremo, visto che riceviamo quasi ogni giorno nuove richieste e vorremmo poterle soddisfare. Per me è sempre una grossa sofferenza dover dire di no.»

La campagna “Dentro o fuori?”, pubblicata sulla rivista Amici di Paco e dalle testate che aderiscono all’iniziativa, come tutte le campagne del Fondo Amici di Paco è realizzata gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti, sotto la direzione creativa di Diana Lanciotti.
Importante figura di riferimento nel mondo dell’associazionismo e del no-profit, oltre che pubblicitaria la Lanciotti è giornalista (direttore editoriale della rivista “Amici di Paco”) e scrittrice, con all’attivo ventiquattro libri, alcuni dei quali diventati veri e propri cult. Il suo libro più recente, Cuori grandi così, è un reportage fotografico all’interno del rifugio Fratelli Minori di Olbia, un commosso tributo a tutti gli angeli dimenticati e ai volontari che li salvano dando loro dignità e speranza. Diana devolve i diritti d’autore al Fondo Amici di Paco per finanziare la ristrutturazione del rifugio di Olbia e la realizzazione di un’oasi felina.

Il Fondo Amici di Paco, fondato nel 1997 da Diana Lanciotti con il marito Gianni Errico in seguito all’adozione di Paco al canile, è una delle associazioni no-profit più attive a livello nazionale, sia sotto l’aspetto degli aiuti concreti ai rifugi che quello della sensibilizzazione. Sin dalla nascita, ha portato all’attenzione di istituzioni, media e cittadini le problematiche dei cani e dei gatti abbandonati rendendo noto il fenomeno del randagismo, un tempo ignorato.
Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”, tutte realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti), ha saputo aprire la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli, tanto che occuparsi dei diritti e del benessere degli animali è diventato un impegno diffuso e riconosciuto da tanti. In nome e nel ricordo di Paco, scomparso nel 2006, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Non avendo spese di gestione (di cui si fanno carico i due fondatori), l’associazione può devolvere l’intero ricavato delle somme raccolte grazie alla generosità dei suoi sostenitori che da tutta Italia appoggiano le iniziative a favore degli animali più bisognosi.

Diana Lanciotti, pubblicitaria, giornalista e fondatrice del Fondo Amici di Paco, è nota per i suoi libri sugli animali. Per chi ama i gatti: C’è sempre un gatto-Dodici (g)atti unici con finale a sorpresa e La gatta che venne dal bosco, storia piena di ironia, emozione e magia. Gli amanti dei cani la conoscono per la quadrilogia di Paco: Paco, il Re della strada, Paco. Diario di un cane felice, In viaggio con Paco Paco, il simpatico ragazzo, bestseller che hanno per protagonista Paco, il trovatello testimonial del Fondo Amici di Paco. Grazie ai libri fotografici I miei musi ispiratori, Occhi sbarrati e Cuori guandi così si è fatta apprezzare anche come fotografa.
In Mamma storna ha narrato la storia vera di un piccolo storno caduto dal nido. Boris, professione angelo custode è stato definito “la più toccante testimonianza d’amore per i cani”. Unendo i temi a lei cari, amore, mare, animali, ha scritto Black Swan-Cuori nella tempesta, White Shark-Il senso del mare, Red Devil-Rotte di collisione Silver Moon-Lo stregone del mare, romanzi d’amore e di mare con i quali ha inaugurato il filone del “romanticismo d’azione”. Con La vendetta dei broccoli, “giallo vegetariano” di grande successo, ha aperto un importante dibattito sulle scelte alimentari. L’esperta dei cani, I cani non hanno colpe e Ogni gatto è un’isola sono dedicati al tema della comprensione dei nostri animali, al quale si dedica dal 2008 sulla rivista Amici di Paco.
In Cara Diana ti scrivo ha raccolto 22 anni di corrispondenza con gli “amici di Paco” ma non solo.
Antivirus. Emergere dall’emergenza, Guariremo solo se… e Libera mente si occupano di tematiche politiche e sociali, con un approccio “fuori dal coro”.
Titolare dell’agenzia Errico & Lanciotti, che firma gratuitamente tutta la comunicazione del Fondo Amici di Paco, è direttore responsabile della rivista Amici di Paco e direttore editoriale di Paco Editore.
Vive in Sardegna e sul lago di Garda con il marito, due cani e cinque gatti. Il suo sito è www.dianalanciotti.it.

Per informazioni, adesioni o per richiedere la rivista “Amici di Paco”:
Fondo Amici di Paco tel. 030 9900732, paco@amicidipaco.it, www.amicidipaco.it
Per devolvere il 5×1000 al Fondo Amici di Paco per aiutare tanti animali in difficoltà il codice fiscale è: 01941540989

Simona Rocchi
ufficio stampa Fondo Amici di Paco
simona@amicidipaco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + sette =