Libri

Un seguito per Black Swan?

Carissima Diana, è con ammirazione che ti scrivo e grandissima stima.
Ho letto Black Swan (ora leggerò anche i tuoi precedenti libri) e me ne sono perdutamente innamorata. Ti dico la verità che la tragedia di Roberto mi ha lasciato l’amaro in bocca e quasi quasi stavo per abbandonare il libro. Sono rimasta ferma due giorni indecisa se mollare o no ma oramai ero troppo presa dalla storia di Giorgia e così sono andata avanti. E non mi sono pentita. Se la prima parte mi aveva coinvolto da non farmi dormire di notte per leggere la seconda mi ha preso come raramente mi capita.
Alla fine il finale aperto mi ha fatto sperare in un seguito.
Ci sarà? Sarà quel White Shark di cui si parla alla fine di Black Swan?
Con i miei più vivi complimenti

Michela T.

Cara Michela, a dirti la verità anch’io me la sono presa con me stessa per quello che ho fatto a Roberto… E ogni volta che mi capitava di rileggere il capitolo incriminato mi commuovevo e pentivo.
Ma la storia è andata così, non poteva essere altrimenti. Non scherzo quando dico che la storia (e i personaggi) ti prende la mano e va dove vuole. E tu, che scrivi, a volte sei solo un tramite che rincorre personaggi che tendono a correre di qua e di là, per descrivere le loro vicende.
Ma ora ti rispondo. Non ho mai pensato che Black Swan potesse avere un seguito. Anche se in effetti il finale può apparire aperto, immagino Giorgia a fare la mamma e la moglie felice, lontana da vicende tanto appassionanti da raccontare.
E, no, White Shark è tutt’altra storia, con personaggi diversi, anche se a loro volta molto forti.
Spero che ti piacerà e non ti farà rimpiangere Black Swan.
Un caro saluto

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.