Auguri a Bersani…

Non avrei mai pensato di dover fare gli auguri a Pierluigi Bersani. Politicamente siamo agli antipodi e di lui ho sempre e solo apprezzato… la parodia che ne fa Crozza. Null’altro.
Eppure, dopo il suo malore e il suo ricovero urgente di ieri, ho provato un genuino dispiacere per lui.
Pensarla diversamente dal punto di vista politico non significa accantonare i buoni sentimenti e il rispetto per la vita umana.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

EVVIVA I FORCONI!

So che non tutti vogliono essere chiamati così, “forconi”, ma io questo nomignolo lo trovo quasi poetico e comunque molto azzeccato.
Oggi, forconi o no, le rappresentanze di una parte variegata di tutta la cittadinanza italiana sono a Roma a manifestare contro la politica corrotta, usuraia, assassina, miope, cieca e arraffona che sta dilaniando l’Italia e rovinando gli Italiani.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Visita al rifugio di Olbia: stanno tutti bene (ma c’è bisogno di aiuto…)

Ieri io e Gianni siamo stati a Olbia a trovare i ragazzi del rifugio I Fratelli Minori, otto giorni dopo l’alluvione che ha devastato alcune zone della Sardegna (attenzione: non tutta la regione. La Sardegna è grande, è la terza regione italiana per dimensione).
Da lunedì 18, il giorno in cui ho visto tanta pioggia venire giù quanta non ne avevo mai vista, avevo voglia di correre là, a vederli, a sentirli abbaiare allegri e festosi, sperando che fosse ancora possibile… che non fosse successo niente di grave.
Il giorno dopo ho chiamato subito Cosetta e ho saputo che erano salvi tutti: 700 cani e 120 gatti salvati letteralmente dalle acque.
Da allora la voglia di andare là non mi ha lasciata un attimo.

Continua a leggere “Visita al rifugio di Olbia: stanno tutti bene (ma c’è bisogno di aiuto…)”

EMERGENZA SARDEGNA: UNA GATTA IN AIUTO AI CANI (E AI GATTI) SARDI

È in uscita per il prossimo Natale il quattordicesimo libro di Diana Lanciotti, fondatrice del Fondo Amici di Paco e apprezzata autrice di romanzi e di storie di animali (famosi la sua trilogia di Paco e il suo Boris, professione angelo custode, definito “la più straordinaria dichiarazione d’amore di una donna al suo cane”).
Di seguito potete leggere una breve presentazione del libro, che dal momento in cui è stato presentato sulla rivista “Amici di Paco” sta ricevendo tantissime prenotazioni.

La novità di oggi è che, di fronte al flagello che ha colpito in questi giorni la Sardegna, Diana Lanciotti ha deciso di devolvere anche il ricavato del suo nuovo libro ai rifugi sardi colpiti dall’alluvione.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

La gatta che venne dal bosco – Il nuovo libro di Diana Lanciotti in anteprima per Natale

LA GATTA CHE VENNE DAL BOSCO

Preparatevi a divertirvi ed emozionarvi!

Una storia appassionante, piena di ironia, emozione, magia. Il libro che tutti i gattofili aspettavano. In anteprima esclusiva un’imperdibile strenna di Natale, dall’autrice di “Paco, il Re della strada”.

Dalla più amata e prolifica autrice di libri sugli animali, una nuova straordinaria storia piena di ironia e spunti di riflessione dove, accanto a una nuova “star” dallo sguardo magnetico (“la Monica Bellucci dei gatti”), ritroviamo Paco e alcuni dei personaggi più amati dei suoi bestseller. Con questo nuovo libro Diana Lanciotti si rivolge a tutti gli amanti dei gatti e a tutti gli appassionati delle sue memorabili storie di animali, come “Paco, il Re della strada” e “Boris, professione angelo custode”.
Il ricavato (compresi i diritti d’autore) è devoluto al Fondo Amici di Paco per aiutare gli animali senza famiglia.

(Clicca su “continua” per leggere la presentazione del libro)

Un libro per la Sardegna

L’emergenza maltempo in Sardegna ha creato danni incalcolabili e numerose vittime. Oltre alle vittime umane se ne registrano anche tra gli animali. Il rifugio I Fratelli Minori di Olbia, che ospita centinaia di cani, risulta tra i più colpiti.
Il Fondo Amici di Paco, associazione nazionale per la tutela degli animali che da anni aiuta il rifugio di Olbia, ha già provveduto a inviare degli aiuti per affrontare le prime necessità in seguito al nubifragio che ha flagellato la Sardegna, e in particolare la zona intorno a Olbia.
E in più propone a tutti i sui sostenitori l’acquisto di “Occhi sbarrati”, libro fotografico di Diana Lanciotti, ambientato proprio al rifugio di Olia, per aiutarlo a superare questa emergenza.
Un’idea per un regalo di Natale solidale.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Così si uccide un delfino

Con sgomento ho appena letto la notizia di un delfino ucciso con una fiocina nei pressi di Razzoli, nell’Arcipelago della Maddalena.
Subito la mia mente è corsa a tutte le volte che, durante le nostre crociere in barca a vela con il nostro Paco, incontravamo i delfini, che per miglia e miglia si divertivano a scortarci giocando con la prua, o a seguirci facendo acrobazie a poppa.
Ogni volta l’emozione era grande. Sono animali splendidi, vederli muoversi e giocare nell’acqua e con l’acqua è un’esperienza indefinibile.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Barche in fuga dall’Italia

Leggo con disappunto questo articolo del Giornale che parla dei costi assurdi degli ormeggi in Italia. E pensare che l’Italia potrebbe essere il paese più frequentato da turisti al mondo.
Finché i nostri governanti ciechi (e anche un po’ scemi) non si rendono conto che il turismo potrebbe diventare la nostra miniera d’oro non ne verremo fuori.
Chi va in barca non è necessariamente straricco, e comunque chi lo è non è fesso e va a cercare prezzi e servizi migliori.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Addio, Deric

Sabato 22 giugno è morto Deric Longden, scrittore inglese noto ai lettori di Paco Editore per i suoi “Il gatto che venne dal freddo” e “Roba da far ridere i gatti”, libri amatissimi dagli amanti degli animali, ma non solo.
Deric era uno scrittore molto noto in Inghilterra, e anche molto amato. Aveva scritto diversi libri e sceneggiature e vinto importanti premi della critica. In particolare “Diana’s story” e “Lost for Words” sono stati dei best seller.
Fine della notizia?
No. Deric Longden è stato uno dei miei autori preferiti e voglio ricordarlo con voi.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)