I nostri migliori amici

Weimaraner con megaesofago?

Ciao Diana ,
allevo Weimaraner da 18 anni ed è la prima volta che mi capita di diagnosticare un sospetto megaesofago.
Mi puoi dire per cortesia la terapia che hai fatto con il tuo cane?
Grazie

Cecilia

Cara Cecilia, sto scoprendo che il megaesofago è una patologia purtroppo diffusa. Ma grazie al mio Joy ho scoperto che un cane, se ben seguito, può conviverci molto bene. Come potrai leggere nelle altre risposte che ho dato su questa rubrica, io ho trattato Joy con una cura per qualche mese e da sempre gli somministro la pappa con specifiche modalità.
Oltre alle cure, iniziate a un mese e mezzo, fino al cambio dei denti gli ho somministrato 4 pasti a base di riso soffiato bagnato con acqua, carne macinata, ricotta, formaggio tipo Edamer, ceci, carote spezzettate, mele, un cucchiaio di olio d’oliva; il tutto frullato. Ora che ha quattro anni e mezzo, gli do le stesse cose, ma senza più frullarle, ripartite in due pasti. Ti consiglierei di evitare le crocchette, anche se sarà il veterinario a consigliarti in proposito.
Joy mangia in una ciotola su un apposito trespolo regolabile in altezza, sistemata all’altezza del petto, in modo che non debba chinarsi per mangiare. È un articolo che si trova nei negozi per animali.
Il tipo e la modalità di somministrazione della pappa sono fondamentali ma è altrettanto fondamentale una cura. Io non posso consigliartela, non essendo un veterinario, e ogni caso va valutato soggettivamente.
Io ti consiglierei di far vedere il tuo cane dal nostro veterinario, il dottor Dalzovo di Verona, al quale si rivolgono tante persone da tutta Italia.
A parte ti mando il suo numero di telefono.
Un caro saluto

Diana

P.S. Qui troverà diverse risposte alle lettere di altri proprietari di cani con megaesofago:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.