LETTURE PIACEVOLI E… BENEFICHE SOTTO L’OMBRELLONE

Con l’estate in arrivo, che cosa c’è di meglio di un buon libro per rilassarsi sotto l’ombrellone e sognare a occhi aperti?
Amore e mistero, mare e vela, passione e avventura, conditi dalla presenza a volte leggera a volte importante di un animale, sono i leitmotiv dei romanzi di Diana Lanciotti, autrice famosa per i suoi libri sugli animali (chi non conosce la quadrilogia di Paco, o il suo commovente Boris, professione angelo custode, definito “la più toccante testimonianza d’amore per un cane”?)
La Lanciotti negli ultimi anni si è rivelata anche scrittrice di storie appassionanti che hanno per protagonisti esseri umani, accompagnati però pur sempre dalla presenza importante di un animale.
Storie coinvolgenti, d’ampio respiro, dove i sentimenti s’intrecciano con l’azione o addirittura, come nel caso di Silver Moon-Lo stregone del mare, con la magia.
I titoli, per chi ancora non li conoscesse.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Una domenica "Col cuore"

Domenica 10 giugno all’Idroscalo di Milano si è tenuta la manifestazione “Col cuore si arriva ovunque”, la prima festa dedicata ai cani adottati al “Rifugio i Fratelli Minori” di Olbia.
Ci siamo andati, io e Gianni, col nostro Tommi: non potevamo non andarci. Tommi viene da lì (aveva un mese e mezzo quando lo adottammo nel gennaio 2007, dopo la scomparsa di Paco. L’avevano mollato la vigilia di Natale davanti al canile in un sacco, insieme ai suoi fratellini) e poi il rifugio di Cosetta è quello che appena possiamo aiutiamo. E’ sempre nel nostro cuore, in pole position.
In tutti questi anni di canili ne ho visti. E posso dire che, al contrario che in altri, al “Rifugio i Fratelli Minori” si respira un’aria tutto sommato serena. I cani sono allegri, non vedi musi lunghi e tristi. Sono accuditi con amore, e si vede dai loro sguardi, quegli sguardi che parlano e che ho immortalato in “Occhi sbarrati”.
Sono tanti, però, e tutti meritano una famiglia tutta per loro.
E’ stata una domenica bellissima, in mezzo a tanti cani un tempo abbandonati ma ora felici con le loro nuove famiglie.
Grazie, ragazzi dei “Fratelli Minori”. E grazie, Cosetta, per l’abbraccio con cui mi hai accolta: un abbraccio caldo e pieno di affetto, che era per me ma anche per tutti gli “amici di Paco” che da anni sono al nostro e al vostro fianco.

Diana

Clicca su “continua” per vedere le foto

Siamo tutti scrittori…???

Una volta tanto torno a occuparmi dell’argomento principale per cui è nato questo sito: la scrittura (io stessa, lo ammetto, mi sono spesso lasciata trascinare da altri temi… del resto voi stessi con tutti gli argomenti interessanti che mi proponete con le vostre lettere avete le vostre belle colpe ;-))
Scherzo, ovviamente: non è che perché si scrive o ci si occupa comunque di scrittura non ci si debba occupare di altro. Anzi: chi scrive (soprattutto chi pretende di pubblicare, che significa non scrivere per noi stessi, ma per gli altri che ci leggono) ha l’obbligo di essere calato nella realtà che lo circonda.
Arrivo al dunque: ho appena letto su il Giornale. it un articolo interessante, che parla di un libro appena uscito che contiene consigli (dovrei anzi dire “sconsigli”) di scrittura. Eccolo qua di seguito.

 

Alla faccia dei terremotati

Alla faccia dei terremotati, ieri sera con una festa sfarzosa al Qurinale sono iniziate le celebrazioni del 2 giugno, volute a tutti i costi da un Napolitano che, chiuso nella sua torre d’avorio, non ha idea di che cosa significhi ballare ormai da giorni, ma senza che si tratti di una festa.
La cronaca di questa serata vigliacca, inutile, offensiva (da monarca che agisce in spregio ai suoi sudditi) è nell’articolo di Bechis, su Libero.
Leggendolo vi farete un’idea più precisa dello scollamento delle istituzioni dalla realtà e dai cittadini.

Buona lettura… però, attenti: potrebbe venirvi mal di fegato.

http://www.liberoquotidiano.it/news/p…i-vip.html

E oggi la festa continua… la festa di questi Signori Nessuno che hanno bisogno di paludamenti caricaturali, apparati e cerimoniali per illudersi di valere qualcosa. Ma non valgono nulla.

Diana

P.S. Guardate anche il video… ma sempre attenti al mal di fegato!

La parata degli inutili

La gente muore, le case, le fabbriche, le chiese e i monumenti crollano, in tanti dormono in macchina, addirittura sui treni, o in tenda… e il nostro non amato presidente della Repubblica insiste a voler fare la parata del 2 giugno per la festa della Repubblica. Sottraendo, tra l’altro, soldi, mezzi e persone agli aiuti ai terremotati.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Fuori dal mondo

Beccamorto, l’ho definito. Ora però sembra diventato uno zombie. Uno che vive fuori dal mondo, uno che non sa che cosa significa doversi guadagnare la pagnotta giorno per giorno se non sei amico delle banche ma se, anzi, hai le banche addosso, che ti succhiano il sangue fino all’ultima goccia. Come ormai succede a tutti noi che lavoriamo in proprio… Lavoratori indipendenti, ci chiamano, liberi professionisti… ma indipendenti da chi? Liberi da chi?

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

A proposito di Green Hill

Ricevo e pubblico molto volentieri il comunicato stampa del Coordinamento Fermare Green Hill, che ringrazio di cuore per tutto l’impegno profuso in tanti anni, con l’augurio che veda al più presto i suoi frutti.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Piove, governo assassino

Ogni giorno, o quasi, arrivano notizie di suicidi da parte di imprenditori, liberi professionisti, artigiani (comunque tutti lavoratori in proprio) che, strozzati dai debiti, dal cappio delle banche e del fisco, decidono di farla finita.
Un fenomeno che sembra quasi diffondersi sull’onda dell’emulazione, come un qualsiasi fenomeno di moda ma che, al contrario di un fenomeno di moda, ha dei risvolti tragici, di una tristezza che pesa come un macigno sul cuore. E dovrebbe pesare come un macigno sulla coscienza di chi queste morti le ha in qualche modo “istigate”, provocate.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Evviva la Sardegna anticasta

(AGI) – Cagliari, 8 mag. – Dalla Sardegna, dove domenica si è votato per dieci referendum, arriva un voto con forti connotati “anticasta” con il quale si chiede in modo deciso di tagliare i costi della politica. Circa 525mila sardi si sono recati alle urne per dire no a sprechi e privilegi e sollecitare un sistema amministrativo più sobrio ed efficiente. Il risultato più eclatante…

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

A proposito di Pasqua…

Sul sito di Verde Blu Garda TV è stata pubblicata la campagna pasquale del Fondo Amici di Paco che invita a non mangiare agnelli e capretti e il comunicato stampa in cui si cerca di far riflettere sul consumo di animali in genere per cibarsene. L’iniziativa ha suscitato alcuni commenti a cui siamo ormai avvezzi ma che da tempo non ci capitava più di leggere. Potete leggerli al link http://www.verdeblugardatv.it/index.p…comment-76

Di seguito potete leggere la risposta di Diana Lanciotti.

Approfittiamo per ringraziare Verde Blu Garda Tv per la costante attenzione alle iniziative del Fondo Amici di Paco.

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)