I nostri migliori amici

NOOOO…

Ciao Diana cara… A memoria non ricordo di aver mai rimpianto la lettura di qualsiasi articolo tu abbia scritto. Ogni libro o articolo scritto da te per me era sempre fonte di ispirazione e insegnamento. Anche “Boris- professione angelo custode”, nonostante mi abbia fatto piangere tantissimo non ha creato dentro di me una ribellione come l’editoriale che oggi ho letto su “Amici di Paco”.
Quando ho visto in copertina il tuo magnifico Joy mi sono emozionata, perchè comunque vedere un leonberger è SEMPRE un’emozione. Se poi quel leonberger l’hai anche coccolato, se hai vissuto il calore del suo sguardo, l’entusiasmo dei suoi movimenti e respirato la morbidezza del suo carattere lo senti un po’ come un nipotone lontano che ha vissuto un handicap come una grande risorsa, una grande speranza per gli altri e un immenso miracolo quotidiano per la sua famiglia.
Ma leggere il tuo breve articolo, avere la pelle accapponata per tutto il tempo, sentire nelle tue parole la tristezza, il tuo dolore, il rammarico e la rabbia, il senso di ingiustizia per una morte così… beh… tutti questi sentimenti hanno preso il sopravvento e mi è venuta una gran voglia di gridare.
E’ da ottobre che Joy ti ha lasciato ma per me se n’è andato oggi, perchè prima non sapevo…
Non ci sono parole per condividere quel senso di impotenza e di sconforto che si prova in questi casi. Non ci sono parole che riescano ad esplicare il senso di abbandono e di vuoto incolmabile…
Ma credimi, Diana, ti sono vicina e vorrei tanto poterti abbracciare. E dirti che ti voglio tanto bene. Lo so che non basta. Ma ti voglio bene lo stesso.

Doni

Grazie, carissima Doni. So che mi capisci. Ero indecisa se parlarne, ma già qualcuno aveva notato che la lettera di Natale era firmata da me e Tommi e mi ha subito chiesto perché.
Mi sembrava assurdo fingere che non fosse successo. Anche se continuo a non accettarlo.
Buona Pasqua a te e tutti i tuoi

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.