Attualità

Eluana

Gentile Signora Diana,
le scrivo perchè ho appena terminato di leggere il suo commento sulla vicenda a dir poco drammatica di Eluana in coma irreversibile da 17 anni. Dramma ovviamente che è più della famiglia che di Eluana e la penso esattamente come Lei, bisogna esserci in mezzo per poter giudicare o decidere se staccare le spine o meno. Certo il padre l’avrebbe già fatto, ma il padre insieme alla  famiglia  possono decidere della vita della figlia, che vita non è più.
Tutti gli altri (politici, giornalisti falsi moralisti e anche il Vaticano) che non parlino di omicidio perchè staccare le spine in questo caso od in altri casi simili a questo non è omicidio è soltanto pietà, ma ripeto come Lei ed insieme a lei, bisogna esserci dentro per poter giudicare  o decidere cosa  fare  o non fare, altrimenti è meglio stare zitti

Nuccia R.

(clicca su “Leggi tutto” per leggere la risposta di Diana)

Gent.ma signora Nuccia, la ringrazio per avermi espresso il suo punto di vista su una vicenda che purtroppo si sta ancora trascinando tra dubbi, incertezze, prese di posizione drastiche e… troppe chiacchiere.
Nessuno può sapere e capire l’immensità del dramma che si consuma in quel letto in cui vive (qualcuno dice vegeta) Eluana. L’unica cosa che possiamo fare per lei è pensarla, con tanta misericordia e augurandle tutto il bene che ancora questo mondo è in grado di darle.

Un caro saluto

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.