I nostri migliori amici

Athos, Labrador con megaesofago

Ciao, mi chiamo Andrea, e sono il padrone di Athos, un cane labrador stupendo, che fino ad un mese fa sembrava una potenza della natura, per forza, esuberanza, gioco
ed affetto!!
Dopo aver mangiato un osso di prosciutto, vari fichi e forse un animale morto, ha iniziato il suo calvario di vomito… L’ho portato dal veterinario, pensando che fosse soltanto un’indigestione. In effetti, il cane ha risposto immediatamente alla terapia. Solo che, quando interrompevo la terapia, lui ricominciava a vomitare… Gli abbiamo fatto 4 flebo! Poi l’ho portato da un altro veteriario che ha diagnosticato: “Megaesofago”.
Purtroppo allo stato attuale sappiamo solo questo, né ci è stato detto se abbiamo a che fare con un megaesofago primario o secondario. Ci hanno parlato di possibile predisposizione genetica o di possibile risposta neurologica deviata forse anche a causa di una infezione sviluppatasi dalla ingestione del fantomatico animale morto.
La sola cosa certa è che Athos sta ancora male, e vorrei tentare tutto il possibile per salvarlo.
Ora ha tre anni e mezzo, lo alimentiamo con omogeneizzati frullati da noi a base di
riso e carne, frutta, yogurt, insomma pappine di bimbo, e stiamo
eseguendo la terapia dataci dai veterinari, a base di Plasil e Motilex.
Vorrei approfittare delle tue competenze e chiederti un aiuto, se puoi, per salvare il mio bellissimo cane: esiste un intervento per il megaesofago? Se sì, quali sono le possibilità di sucesso, quali sono i centri ed i chirurghi migliori, a chi posso rivolgermi? Come pensi della terapia che stiamo seguendo?
Ti sarò molto grato se potrai rispondere. Allego una foto di Athos, così ti innamori anche tu!
Grazie di cuore

Andrea

Gentilissimo Andrea, mi dispiace molto per il tuo Athos. Capisco la tua angoscia, che ho vissuto anch’io per il mio Joy. Ma una soluzione vedrai che c’è.
So che un intervento sarebbe devastante. Se qualcuno te lo consiglia vacci molto cauto prima di decidere. Il mio Joy, di cui ho parlato su questo sito più volte, è nato affetto da megaesofago, ma mentre la veterinaria che l’aveva in cura prima che lo adottassi ne consigliava la soppressione, il nostro veterinario l’ha curato e ora Joy ha quasi 3 anni e, come puoi vedere nella lettera “Cucciolo con megaesofago” in questa stessa rubrica, è un cagnone sano e felice.
Io ti consiglierei di rivolgerti al dottor Dalzovo che come ti dicevo ha curato Joy (e da oltre 17 anni cura la nostra famiglia); grazie ai risultati ottenuti finora, ha curato e sta curando altri cani, in varie parti d’Italia, affetti da megaesofago.
A parte ti invio il numero di telefono dell’ambulatorio di Verona.
Tantissimi auguri e, per favore, tienimi informata.
Fai una speciale coccola ad Athos

Diana

P.S. Qui troverà diverse risposte alle lettere di altri proprietari di cani con megaesofago:

2 commenti

  • mita

    il mio cane Becks, meticcio lupoide di 13 anni, soffre di megaesofago secondario.
    Mi puoi dare cortesemente i contatti dell’equipe del dr Dalzovo ?
    grazie, Mita

    • Diana Lanciotti

      Gentile Mita, a parte le mando un’email con i riferinenti che mi chiede. Le consiglio anche di leggere le tante risposte che ho dato in questi anni su questa patologia, che pur essendo diffusa genera ancora un po’ di confusione:
      Mi tenga informata per dare una mano a chi sta affrontando il suo stesso problema.
      Tanti auguri e una grande coccola a Becks

      Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *