I nostri migliori amici

Ancora da D.

Grazie sig.ra Diana per avermi risposto, ho le lacrime, mi fa strano che qualcuno mi ascolti e volevo ringraziarla davvero di cuore, anche per il numero del dottore.
Le vorrei chiedere dove si trova questo dottore, io abito a XXX, e la veterinaria dove vado è brava ma per quanto riguarda l’alimentazione di S. non mi dice molto quindi io non so che fare, valuto e tengo in considerazione il suo consiglio. Tra l’altro dovrò fare una gita perchè credo che questo dottore non visiti la domenica, cmq in un modo o nell’altro devo organizzarmi. Per il momento la piccola è tranquilla, io un po’ meno: vengo da anni di anoressia grave e sto lottando con tutta me stessa per tener sotto controllo la malattia, per non parlare della mia vita, un totale fallimento, non ho una famiglia, ho un lavoro a tempo determinato part time che sto cercando di tenere con le unghie, e adesso sa cos’è l’unica cosa che mi tiene su??? S.: è l’unica a farmi star bene, cerco di darle tutto l’amore che io non ho avuto e lei ricambia.
La reazione di tutti appena hanno saputo della cagnolina è stata quella di dire lascia stare, ne hai passate troppe, tu non puoi aver ancora questo dolore. Ma nessuno capisce che lei non è un dolore, io vivo per farla star bene, voglio vederla crescere, è il mio unico obbiettivo, voglio farla correre, voglio farle vedere i prati, annusare l’erba fresca, viaggiar su un treno e dormire insieme come facciamo ora. Io signora Diana non la conosco ma credo che lei sia una persona speciale.

D.

(clicca su “Leggi tutto” per leggere la risposta di Diana)

Cara D., ho preferito togliere il tuo nome e quello della tua cagnolina da questa e dalla tua lettera precedente, poiché contengono riferimenti personali. Però, dato che riporta anche tante considerazioni importanti che dovrebbero far riflettere, ho preferito pubblicarla.
Mi dispiace e mi commuove che tu trovi strano che qualcuno ti ascolti: mi sembra il minimo che un essere umano possa fare per un altro essere umano che chiede aiuto. Non sono affatto una persona speciale, ma solo una persona come tante che ha a cuore il bene dei suoi simili, oltre che degli animali.
Capisco tutta la tua preoccupazione per la tua cagnolina ed è giusto che tu ti impegni per lei. Ma vorrei tanto che tu trovassi anche altri motivi, altri obiettivi per impegnarti, con lei accanto.
Sono sicura che lei saprà aiutarti a uscire da questo momento di scoraggiamento e ti consentirà di far entrare nella tua vita la serenità, la sicurezza, l’amicizia, l’amore.
Sai, gli animali sono speciali: ci amano senza chiedere nulla in cambio e sanno quanto, quando e come aiutarci. Lei lo farà, probabilmente anzi lo sta già facendo, e ti sarà sempre grata per tutto l’amore che le stai dedicando.
Fai pure tutto quello che ti senti per lei, non ascoltare chi ti dice di lasciar stare. Come ti sentiresti a non far nulla, a gettare la spugna? E poi non mi sembri proprio il tipo. Sei una lottatrice: non mollare.
Il dottor Dalzovo, come ti ho scritto nella risposta, è a Verona. Un po’ distante da te, lo so. Però lui è molto disponibile e si sposta anche abbastanza spesso. Prova a chiamarlo, dicendogli che ti ho dato io il suo numero. Ci conosciamo benissimo: è stato lui a farci adottare Paco al canile e cura la nostra famiglia a quattro zampe da vent’anni.
Mi raccomando, tienimi informata.
Un abbraccio forte

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.