I nostri migliori amici

Una vita più "viva", grazie a loro

Cara Diana,
volevo ringraziarti con tutto il mio cuore dei due numeri della rivista “Amici di Paco” che mi sono arrivati ieri: tornata da scuola mio papà vede il pacco e dice: “che cos’è Amici di Paco?” Io lancio lo zaino per terra e dico eccitata: “Sì!!! E’ arrivato!!!! Ci ha messo pochissimo!!!”
Infatti non credevo che arrivasse in così poco tempo, e gratis! Comunque penso che o per Natale o per qualche altra occasione mi farò regalare l’abbonamento. E’ molto più utile di molte altre cose magari alla moda che passato qualche mese finiscono in fondo all’armadio. Oggi mi sono letta le due riviste sulla poltrona tutte d’un colpo, e mi sono commossa, divertita, rattristata e emozionata quasi come quando ho letto il tuo libro di Boris (a proposito, uno dei miei regali di natale sarà “Paco, il re della strada” e/o “Paco, diario di un cane felice”).
Ho scoperto solo ieri che Joy era già così grosso e che avevi anche un bellissimo Tommi, e che la Micia purtroppo se n’era andata; comunque non posso fare a meno di dirti che Joy e Tommi sono la copia spiaccicata di Boris e Paco, meglio così no? Serve a mantenere ancora più vivo il loro ricordo!! O magari sono ancora loro… che anche nei tanti anni che ti sono stati accanto non sono riusciti a regalarti la loro infinita riserva di amore e che quindi hanno pensato bene di tornare da te per passare insieme altri magnifici e allegri momenti.
Nel visitare il tuo sito e leggere quelle riviste (che mi dispiace non aver conosciuto prima) mi si è aperto davanti un gigantesco mondo fatto di affetto e sofferenze, che conoscevo solo in part.; Dopo aver letto tutti quegli articoli sui randagi e sui canili, e quelle bellissime storie di persone che hanno vissuto o stanno ancora vivendo la loro vita accanto a un essere peloso, ho dovuto studiare e fare i compiti. Erano così piatte, così banali e inutili tutte quelle pagine sui libri di scuola… non aveva senso stare seduti al calduccio a leggere robe insulse mentre migliaia di cani stavano depressi in piccole gabbie fredde, costretti a scodinzolare all’impazzata appena vedevano una figura umana passare nelle vicinanze.
Nella pagina in cui hai raccontato del tuo incontro con Tommi hai detto che avevi “fretta” di correre al canile per adottare un altro cucciolo; ma lo sai che anch’io adesso mi sento così? Non ce la faccio ad aspettare fino in primavera (come vogliono i miei genitori). Ma non per me, per un capriccio: ma per LUI !!!! Il prescelto (o la prescelta) che un giorno si ritroverà in una famiglia che ama gli animali come la mia!!!! Sono sicura che adesso un cucciolo o un cane adulto (o magari anche un “vecchietto”, chi lo sa?) sta aspettando noi, sta aspettando me!! Io sono una persona piuttosto paziente, ma quando si tratta di far aspettare qualcun altro vado in fibrillazione e non mi sento in pace fin che quel “qualcun altro” non aspetta più. Chissà, magari LUI non è ancora nato, ma sa già che il suo destino non è quello di molti altri poveri cani che hanno “sprecato” la loro vita (non per colpa loro naturalmente!) che poteva essere intensa e serena come dovrebbe.
Insomma, tutto questo per dirti grazie, grazie per tutto!! Grazie a Paco, a Boris, ma anche a Joy e Tommi che stanno facendo di tutto per renderti la vita mille volte più “viva” di quella che avresti avuto se loro non ci fossero stati. Grazie al mio coniglietto Neve che mi aiuta a rimanere allegra, comportandosi esattamente come un cane (non sto scherzando), saltandomi addosso, facendomi le feste e facendosi coccolare. Grazie a Isotta, la mia ex seconda mamma che adesso starà correndo in un enorme prato verde, o su una spiaggia al tramonto che prima o poi tutti raggiungeranno!!

Grazie ancora…

Elena
ps: posso dirti che sei la mia scrittrice preferita?
pps: ti allego una sua foto per farti vedere com’era dolce!

(clicca su “Leggi tutto” per leggere la risposta di Diana)

Cara Elena, le tue lettere continuano a sorprendermi e a commuovermi. Dimostri una sensibilità e una gentilezza d’animo che sono rare.
Ma vorrei risponderti punto per punto.
Per quanto riguarda l’iscrizione, per ora non preoccupartene: sei già tanto brava e altruista. L’importante è che tu non forzi la mano ai tuoi. Già quando dici "E’ molto più utile di molte altre cose magari alla moda che passato qualche mese finiscono in fondo all’armadio." dici e pensi cose che ti fanno molto onore. Brava.
Per quanto riguarda i libri di Paco, ti consiglio di leggere il primo, che spiega tutto. Se poi ti piacerà, potrai leggere "Paco, Diario di un cane felice", che è il seguito.
Riguardo a quanto dici di Joy e Tommi, dici delle cose molto belle, sai? Anch’io a volte penso che un po’ dell’energia di Boris e di Paco sia passata in Joy e Tommi. Però sono anche contenta che siano diversi. Non mi piacerebbe avere accanto dei cloni!
Un invito che ti faccio è a non considerare insulse le cose che stai studiando. Ti stai creando delle basi importanti per il futuro, e la scuola è fondamentale, per tutti. Piuttosto, visto che i tuoi sentimenti verso gli animali sono così forti, potresti cercare di diffonderli, parlandone con i tuoi professori e i tuoi compagni di classe. In molte scuole, oltre a leggere il libro di Paco, ci chiedono le riviste per avere una base su cui discutere e approfondire le tematiche legate al rapporto uomo-animali. Magari potresti provare a portare a scuola una copia della rivista, a mostrarla a qualche professore che sai sensibile e poi ai tuoi amici. Funziona così, col passaparola e con l’esempio.
Infine, spero che anche tu, presto, possa accogliere in casa un nuovo cagnolino. Cerca di dimostrare ai tuoi che per te è molto importante avere una compagnia canina al tuo fianco e che, soprattutto, te ne assumeresti la "gestione" e la responsabilità.
Ma, visto che (fortunata te) sei una persona paziente, aspetta che i tempi siano maturi e che la decisione sia condivisa.
E adesso ti ringrazio per aver capito quanto, in effetti, i miei cani rendano più "viva" e felice la mia vita. Comportano dei sacrifici, è vero, ma ciò che ti donano giorno dopo giorno è un tesoro inestimabile, a cui non saprei rinunciare.
Fai una coccola a Neve e manda un bacio, Lassù, a Isotta.
Tienimi sempre informata.
Un abbraccio

Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.