Oggi tocca al gatto… “TU CREDI… TI SBAGLI” su La Verità di oggi

Anche oggi il quotidiano La Verità, diretto da Maurizio Belpietro, pubblica un nuovo soggetto della campagna “TU CREDI… TI SBAGLI”. Stavolta tocca a uno dei gatti fotografati da Diana Lanciotti, la fondatrice del Fondo Amici di Paco, che ha scelto 17 soggetti diversi per realizzare un messaggio di fortissimo impatto e spiegare anche ai più “distratti” che anche gli animali soffrono.
Come sempre, senza ricorrere a immagini o toni cruenti (secondo il concetto di “persuadere con dolcezza” che è il motto del Fondo Amici di Paco e della sua fondatrice), il messaggio della campagna TU CREDI…TI SBAGLI induce una rflessione sul fatto che i cani e i gatti provano dei sentimenti e quindi gioiscono ma, anche, soffrono.

«Ho appena finito di dire, ieri, che è una grande soddisfazione che il direttore de La Verità, di cui sono un’affezionata lettrice, abbia deciso di diffondere il nostro messaggio di sensibilizzazione. Oggi devo dire che è anche un’emozione: ogni giorno, quando sfogliamo La Verità, in agenzia tra di noi lanciamo la scommessa: “Ci saremo anche oggi?” Ci siamo anche oggi, stavolta con un gatto, per ricordare che oltre a migliaia e migliaia di cani anche migliaia di gatti vengono abbandonati ogni anno, con picchi altissimi in estate. Per fortuna il fenomeno è in calo, anche grazie a tutto l’impegno che profondiamo da 23 anni attraverso il Fondo Amici di Paco. Impegno che la pubblicazione di questa campagna su La Verità ci riconosce, dandoci forza e voglia di fare sempre di più.»

Così commenta Diana Lanciotti, pubblicitaria, scrittrice e giornalista, e ideatrice di tutte le campagne del Fondo Amici di Paco (v. https://www.dianalanciotti.it/tu-credi-ti-sbagli-2/ ).

«Chi fa soffrire un animale, abbandonandolo, trascurandolo, relegandolo alla solitudine, non necessariamente è una persona crudele. La stragrande maggioranza è fatta di persone che “non ci hanno mai pensato”, come diceva Paco nello spot contro l’abbandono che è andato in onda per anni in tv. Persone che non si rendono conto delle proprie responsabilità verso gli animali domestici. E alle prime difficoltà se ne liberano, come se fossero scarpe vecchie. Per fortuna il fenomeno dell’abbandono è in calo. Lo dobbiamo anche all’impegno del Fondo Amici di Paco che per primo, 23 anni fa, attraverso la figura di Paco ha fatto conoscere a tutti la crudeltà e i rischi del randagismo. Non bisogna diminuire l’impegno nella sensibilizzazione e noi lo facciamo con questa e tante altre iniziative, grazie al sostegno dei nostri sostenitori in tutta Italia. E, in questo caso, grazie al direttore de La Verità, Maurizio Belpietro, che ha dato spazio a questa nostra iniziativa.»

La campagna sta riscuotendo un successo superiore al già grande successo che raccolgono in genere tutte le campagne del Fondo Amici di Paco, che Diana realizza da sempre gratuitamente avvalendosi dell’agenzia di marketing e comunicazione Errico & Lanciotti di cui è contitolare insieme al marito, oltre che direttore creativo.

Tra le iniziative di sensibilizzazione vanno ricordati anche i libri di Paco Editore, la casa editrice nata a sostegno del Fondo Amici di Paco, a cui Diana devolve interamente il ricavato dei suoi libri. Come il più recente, ANTIVIRUS, emergere dall’emergenza, che tratta tematiche di attualità ed è uno strumento importante di sostegno per l’associazione anche da parte di persone che solitamente non leggono libri su tematiche “animaliste”.

«Ancora una volta un grazie a Mara Boselli, che riesce a valorizzare le mie foto e a dare forma alle mie idee con visual che colpiscono l’attenzione. Quando si amano tanto gli animali come nel nostro caso il… gioco diventa facile.»

Per tutte le info sulla campagna clicca qui.

 

 

 

 

 

Diana Lanciotti, pubblicitaria, giornalista e fondatrice del Fondo Amici di Paco, è nota per i suoi libri sugli animali. Per chi ama i gatti: C’è sempre un gatto-Dodici (g)atti unici con finale a sorpresa e La gatta che venne dal bosco, storia piena di ironia, emozione e magia. Gli amanti dei cani la conoscono per la quadrilogia di Paco: Paco, il Re della strada, Paco. Diario di un cane felice, In viaggio con Paco e Paco, il simpatico ragazzo, bestseller che hanno per protagonista Paco, il trovatello testimonial del Fondo Amici di Paco. Grazie ai libri fotografici I miei musi ispiratori, Occhi sbarrati e Mostri canini si è fatta apprezzare anche come fotografa. In Mamma storna ha narrato la storia vera di un piccolo storno caduto dal nido. Boris, professione angelo custode è stato definito “la più toccante testimonianza d’amore per i cani”. Unendo i temi a lei cari, amore, mare, animali, ha scritto Black Swan-Cuori nella tempesta, White Shark-Il senso del mare, Red Devil-Rotte di collisione e Silver Moon-Lo stregone del mare, romanzi d’amore e di mare con i quali ha inaugurato il filone del “romanticismo d’azione”. Con La vendetta dei broccoli, “giallo vegetariano” di grande successo, ha aperto un importante dibattito sulle scelte alimentari. L’esperta dei cani, I cani non hanno colpe e Ogni gatto è un’isola sono dedicati al tema della comprensione dei nostri animali, al quale si dedica dal 2008 nella rubrica “Parliamone insieme” sulla rivista Amici di Paco. In Cara Diana ti scrivo ha raccolto 22 anni di corrispondenza con gli “amici di Paco” ma non solo. Antivirus. Emergere dall’emergenza è una raccolta di scritti per uscire dalle gabbie del Pensiero Unico Dominante. Titolare dell’agenzia Errico & Lanciotti, che firma gratuitamente tutta la comunicazione del Fondo Amici di Paco, è direttore responsabile della rivista Amici di Paco e direttore editoriale di Paco Editore. Vive in Sardegna e sul lago di Garda con il marito, tre gatti e tre cani. Il suo sito è www.dianalanciotti.it

Due parole sul Fondo Amici di Paco
Il Fondo Amici di Paco, fondato nel 1997 da Diana Lanciotti, pubblicitaria, scrittrice e giornalista, con il marito Gianni Errico, architetto, in seguito all’adozione di Paco al canile, è una delle associazioni no-profit più attive a livello nazionale, sia sotto l’aspetto degli aiuti concreti ai rifugi che quello della sensibilizzazione. Sin dalla nascita, ha portato all’attenzione di istituzioni, media e cittadini le problematiche dei cani e dei gatti abbandonati rendendo noto il fenomeno del randagismo e altre problematiche fino a prima taciute o ignorate
Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”, tutte realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti), ha saputo aprire la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli, tanto che occuparsi dei diritti e del benessere degli animali è diventato un impegno diffuso e riconosciuto da tanti.
In nome e nel ricordo di Paco, scomparso nel 2006, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Non avendo spese di gestione (di cui si fanno carico i due fondatori), l’associazione può devolvere l’intero ricavato delle somme raccolte grazie alla generosità dei suoi sostenitori che da tutta Italia appoggiano le iniziative a favore degli animali più bisognosi.

Per informazioni e donazioni:
Fondo Amici di Paco tel. 0309900732, paco@amicidipaco.itwww.amicidipaco.it.
Per devolvere il 5×1000 al Fondo Amici di Paco per aiutare tanti animali in difficoltà il codice fiscale da indicare è: 01941540989

NOTE PER LA PUBBLICAZIONE DELLA CAMPAGNA “TU CREDI…TI SBAGLI”:
Chi vuole pubblicare la campagna può richiederci una versione in alta risoluzione del soggetto o dei soggetti che preferisce, indicandoci formato e specifiche.

Simona Rocchi
ufficio stampa Fondo Amici di Paco
___________________________________

FONDO AMICI DI PACO
Associazione nazionale per la tutela degli animali O.N.L.U.S.
Tel. +39 030 9900732 Fax +39 030 5109170
paco@amicidipaco.it  –  www.amicidipaco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *