I nostri migliori amici

Il cane morde mio figlio

Un rottweiler al guinzaglio in una via pubblica, salta e morde sul viso mio figlio (per fortuna senza nessuna grave conseguenza). Il possessore del cane è un normalissimo bravo ragazzo. Se il cane avesse avuto la museruola (poverino!) non avrebbe potuto mordere il viso di mio figlio.
Cosa c’è di così sbagliato nel tutelare prima la salute dei cittadini e poi quella dei cani (anche per il loro bene)? L’ordinanza del 2003 che prevedeva l’uso contestuale del guinzaglio e museruola perché non andava bene?
Rischiate di diventare ridicoli cari amici Paco…

Roberto P.

Gentile signore,
mi dispiace molto per suo figlio, anche se mi rincuora che non ci siano state conseguenze.
Per quanto riguarda l’uso contestuale di guinzaglio e museruola, sono in tanti a giudicarlo una misura eccessiva e inutile: da Danilo Mainardi a Giorgio Celli, per passare alla stragrande maggioranza di veterinari che si sono pronunciati in proposito. E infatti una commissione di esperti, nominata dallo stesso ministro della Salute, ha rivisto la prima ordinanza Sirchia e ne ha ridimensionato la portata. Tutti ridicoli?… Pazienza.
In ogni caso il Rottweiler è una delle razze incluse nell’elenco di quelle "a rischio di maggiore aggressività" (elenco ridotto a una decina di razze, contro le più di cento della precedente versione).
Forse quel "bravissimo ragazzo" non è poi così bravo se non sa gestire il proprio cane e lo porta a spasso senza le dovute accortezze.
In ogni caso mi piacerebbe sapere come si è svolta la vicenda (cosa su cui Lei sorvola) e che storia ha alle spalle quel cane…
Quando un cane aggredisce una persona ci sono sempre, purtroppo, delle motivazioni: errata educazione, incapacità di gestirlo, a volte anche imprudenza da parte dell’aggredito. Per questi motivi siamo propugnatori della responsabilizzazione dei proprietari di cani, ma anche di una migliore conoscenza degli animali e del loro comportamento da parte di tutti i cittadini, a partire dai più giovani, per evitare errori che potrebbero guastare un rapporto importante e portatore di valori irrinunciabili.
Ci rendiamo ridicoli?
Faccia lei.
Con i migliori auguri per suo figlio

Diana Lanciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.