I nostri migliori amici

I MIRACOLI DI STELLINA

Gent.ma signora Diana, grazie di cuore per quanto mi ha scritto: mi è stato di grande conforto.
Il mio profondo attaccamento a Stellina aveva un doloroso significato: nel 1988 una grave malattia della nostra unica figlia ci ha portato un grande dolore e un incubo senza fine che si concluderà per noi genitori solo alla fine della vita (ma di nostra figlia che ne sarà?). Ecco perché Stellina, entrando nella nostra casa, aveva portato come per magia la forza di andare avanti e anche gioia e allegria. Del resto è stata una cagnolina eccezionale, solo la salute le è mancata troppo spesso. Ma io ogni sera dalla sua compagnia ricevevo un’iniezione di vita e di forza per tirare avanti nonostante tutto.
Ai primi di maggio, dopo la sua morte, ero veramente allo stremo, non capivo se era esaurimento o depressione, ero smarrita. Ho chiesto aiuto Lassù e alla mia piccola Stellina.
Sapevo che mio marito era contrario, ma un lunedì una forza inspiegabile mi ha fatto reagire. E’ stata una reazione così forte che non dimenticherò mai, proprio perché in quel periodo mi sentivo così debole. Dovevo reagire subito. Dopo due giorni avevo in casa due cuccioline di tre e cinque mesi che cercavano famiglia. Ancora una volta la mia dolce Stellina mi è stata d’aiuto.
Ora siamo contenti, c’è anche allegria, pure Golia che si era intristito è diventato allegro e gioca con le piccole e guai se qualche estraneo tocca le sue cucciolette. Ora la saluto cordialmente, con uno stato d’animo contento, più impegnata (ma mi aiuta a non pensare) e con tante scodinzolatine dal mio simpatico trio
Maria C.

Cara signora C., la sua testimonianza è un’iniezione di coraggio e speranza per chi soffre, e una lezione per chi crede che i cani siano “semplici cani”. Lei che vive ogni giorno la sofferenza per una figlia malata, sa trovare negli occhi e nella coda allegra di un cane la gioia di vivere, l’affetto e l’appoggio che danno calore a giornate per altri versi gelide. E’ il miracolo operato da tutti i cani. Angeli messi al nostro fianco per indicarci la strada.
Lei è una privilegiata, Maria, perché questo amore l’ha capito e giorno per giorno lascia che riempia la sua vita. Sono sicura che da Lassù Stellina approverà la sua scelta e sarà felice di vederla di nuovo sorridere.
Un abbraccio a lei e a sua figlia
Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.