News

Fuori dal mondo

Beccamorto, l’hanno definito. Ora però sembra diventato uno zombie. Uno che vive fuori dal mondo, uno che non sa che cosa significa doversi guadagnare la pagnotta giorno per giorno se non sei amico delle banche ma se, anzi, hai le banche addosso, che ti succhiano il sangue fino all’ultima goccia. Come ormai succede a tutti noi che lavoriamo in proprio… Lavoratori indipendenti, ci chiamano, liberi professionisti… ma indipendenti da chi? Liberi da chi?

(Clicca su “continua” per leggere il seguito)

Ma se ormai tutti noi abbiamo dei padroni tiranni (leggi le banche e lo Stato) che ci hanno messo un cappio intorno al collo e giorno dopo giorno si danno manforte a stringerlo un po’ di più…
Liberi? Indipendenti? Ma per favore!
Il signor Monti (se non l’avete capito è di lui che sto parlando…) non sa, non immagina proprio che cosa significa faticare per guadagnare. Lo ha dimostrato proprio pochi giorni fa, di fronte a una domanda “impertinente” di Stefano Formigli, a Piazzapulita.
“Che cosa farebbe se suo figlio guadagnasse 5 euro l’ora?” (come capita ai laureati costretti dalla penuria di posti di lavoro a lavorare nei call center).
Monti ha taciuto. Un silenzio di tomba (perfettamente in tema col personaggio, del resto) che si è protratto per 17 dico 17 secondi, finché lo stesso Formigli, sorprendentemente imbarazzato da quel silenzio in cui “il Professore” stava fragorosamente annegando, gli ha buttato la ciambella di salvataggio aiutandolo a riacquistare il bene della parola. Quello dell’intelletto no, purtroppo: quello il Prof l’ha messo in naftalina da quando Napolitano gli ha fatto chissà quali promesse nominandolo senatore a vita (l’unico senatore a vita nominato con la velocità della luce in tutta la storia della repubblica) e presidente del consiglio.
In proposito vi invito a leggere il commento di Marcello Foa, sul suo blog che seguo sempre con grande interesse. Perché Foa è una persona fuori dal coro, che non ha bisogno evidentemente di fare il paggetto per avere un posto di rilievo nel mondo del lavoro e della cultura.
E per favore leggete anche i commenti dei lettori. C’è tanto da riflettere, tanto da imparare. Ecco il link:
http://blog.ilgiornale.it/foa/2012/05…ro-allora/

Diana Lanciotti

P.S. E quell’altro zombie di Berlusconi, mentre questi dissestano l’Italia, è ancora lì che si trastulla a voler creare una “nuova” creatura politica, raffazzonata in qualche modo mettendo insieme pezzi raccattati in giro, un po’ alla Frankenstein… Ma… e andarsene in pensione no, eh?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.