I nostri migliori amici

Artù, Cane corso con megaesofago

Cara Diana
mi chiamo Lorella ho un cane corso di 9 anni al quale è stato riscontrato un MEGAESOFAGO.
Sto provando tutte le terapie e tutto ciò che riguarda le posizioni per il cane perchè possa assumere meglio l’alimento.
Il cane continua a rimettere ed io sono molto demoralizzata nel vedere un cane che era 80 kg calare a vista d’occhio.
Amo tantissimo il mio Artù e vorrei chiederti AIUTO per capire in cosa sto sbagliando.
Ho letto di questo veterinario in alcune tue lettere, vorresti cortesemente inviarmi i suoi recapiti.
Ti ringrazio.
Con Affetto

Lorella

Cara Lorella, ti rispondo con il mio Joy accucciato ai miei piedi, sotto la mia scrivania. Oggi piove e non può uscire in giardino a fare il pazzo con il suo fratellino Tommi. Tra una ventina di giorni, il 19 novembre, Joy compirà 3 anni. Tre anni di amore assoluto, di simbiosi totale, accresciuta proprio dal fatto che lui è nato con il megaesofago e io, per la paura di perderlo, mi sono attaccata (e direi votata) a lui in un modo che molti forse ritengono esagerato. Ma vederlo crescere sano, robusto (anzi robustissimo) e soprattutto felice, pieno di una vitalità prorompente, a volte incontenibile, mi ha ripagata di tutte le angosce, le paure (il terrore, anzi) che per più di un anno ho affrontato.
Tutto questo per dirti che ti capisco, avendo vissuto le tue stesse preoccupazioni. Artù non è più cucciolo, quindi bisognerà capire che cosa ha provocato la sua patologia. Ma credo che ci sia anche per lui una cura che gli permetta di starti accanto a lungo.
Il mio Joy fa due pasti al giorno, mangiando in una ciotola su un apposito trespolo regolabile in altezza (le vendono nei negozi per articoli per animali). Io l’ho regolata in modo che sia all’altezza della sua spalla e non debba chinarsi.
Gli somministro un pappone a base di riso soffiato bagnato con acqua, carne macinata, ricotta, ceci, carote, formaggio, olio d’oliva e ogni tanto un uovo crudo. Pane secco fuori pasto, che lui sgranocchia tranquillamente sdraiato a terra.
E comunque, per poter arrivare a questa situazione di equilibrio, Joy ha fatto per mesi una cura prescritta dal nostro veterinario, il dottor Dalzovo di Verona che, come ho già avuto modo di scrivere in altre risposte su questo sito, oltre a Joy ha curato e sta curando diversi altri cani con megaesofago. A parte ti mando il suo numero di telefono. Chiamalo pure a nome mio e se puoi fagli visitare Artù.
Tienimi informata. Ci tengo.
Ti faccio tantissimi auguri e mando una coccola speciale ad Artù

Diana

P.S. Qui troverai diverse risposte alle lettere di altri proprietari di cani con megaesofago:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.