I nostri migliori amici

Il mio angelo custode

Non riesco a fermare le mie lacrime, carrissima Diana, pensando a quanto di incredibilmente meraviglioso hai potuto scrivere sul tuo Boris. Mi rendo conto di quanto voi siate stati così incredibilmente fortunati a poter vivere insieme la vostra vita, in un legame assolutamente indistruttibile, che neppure la morte potrà mai spezzare.
E’ bellissimo quello che scrivi, una meravigliosa lezione di vita per tutti noi che amiamo tanto i nostri amici a quattro zampe e che a volte però sembriamo dimenticare quanto noi possiamo essere speciali e indispensabili per loro.
Boris ha condiviso con te 8 anni meravigliosi, pieni di piccoli e grandissimi momenti che resteranno per sempre con te. Lo so che ti mancheranno le sue zampettate, il suo dolce musone, i suoi ottanta chili di incredibile dolcezza. Mi ricordo di lui quando ci siamo incontrati; pioveva quel giorno, ma Paco voleva per forza andare in giardino e Boris è corso fuori con lui…… Non ha avuto molto tempo per noi, ma per il suo fratellino sì!!!
Sono felice di averlo conosciuto, perchè, se pure per poco, ho capito l’incredibile legame che c’è stato tra voi ed è questo che, sono certa, vi aiuterà ad andare avanti.
Il dolore con il tempo diminuirà, farete l’abitudine a Boris che non c’è più, ma la cosa incredibilmente bella è che i ricordi non svaniranno mai, saranno il tuo più grande e “meravigliosamente pesante” compagno per il futuro, perchè nessuno potrà mai portarti via i pensieri, i ricordi e soprattutto quella meravigliosa vita che avete costruito insieme. Tutto questo sarà tuo per sempre.
un abbraccio.
Paola

(clicca su “Leggi tutto” per leggere il seguito)

Come Paola ti sono vicina. Purtoppo sono passata anch’io da poco da questa esperienza. Conosco il terribile vuoto e il dolore rinnovato quotidianamente dai gesti e dalle abitudini modificati dagli eventi.
Ti auguro di riuscire a recuparare in pochi giorni un po’ di serenità e in attesa di leggerti nuovamente ti abbraccio forte.
Cristina F.

Cara Diana, ti sono vicina , non sai quanto e dal mio cuore vorrei scriverti fiumi di parole per cercare di aiutarti a superare questo momento difficile, ma la cosa più importante che sento di dirti è "grazie", grazie per ciò che hai scritto, perchè nonostante il tuo grande dolore hai trovato la forza, la dolcezza, la delicatezza, la sensibilità per esprimere quanto sia unico ed indissolubile il vincolo che ci lega a queste splendide creature che nulla chiedono ma che donano amore puro.
Il dolore è insopportabile, è dura continuare quando una parte di te se ne è andata per sempre,l’ho provato anch’io 3 anni fa quando la mia dolce Ara mi ha lasciato, ancora oggi il vuoto che ha lasciato è incolmabile e forse solo il tempo lo attenuerà, ma nulla potrà mai cancellare il legame che ci ha unito e che ha arricchito il nostro cuore di un dono speciale.
Un abbraccio grande
Marina

Cara Diana, trovare le parole per confortarti in questo triste momento è un’impresa impossibile…
Dieci mesi fà anch’io persi il mio cucciolone di appena quattro anni, molti di voi mi scrissero tra cui anche te e lo apprezzai molto.
Purtroppo è un dolore talmente forte che solo chi l’ha provato lo può capire, solo chi ha avuto un legame speciale e chi come noi non considera un cane "solo" un cane.
Mi sono chiesta tante volte se il mio è stato un amore troppo morboso, se mi sono legata troppo a lui, se potevo evitare di soffrire così tanto.
No, cara Diana, non si può evitare l’amore che ti sanno dare, non si può fare finta di niente e non ascoltare quello che ti sanno comunicare.
Io verso ancora lacrime per lui, vorrei dirti che non è così, che ora sto bene e che mi è passata, ma come faccio a mentire quando so come ci si sente?!
Quando ho letto di Boris, credimi, ho pianto come se fosse stato il mio cane e anche adesso mentre ti sto scrivendo ho gli occhi lucidi.
In questi momenti le parole di conforto servono a ben poco, bisogna invece cercare di aggrapparsi a qualcosa, qualcosa di concreto, qualcosa che ti faccia andare avanti.
Quando vi scrissi della morte di Giove, scrissi anche che ogni giorno gli chiedevo che mi desse un segnale, che mi provasse che lui era ancora li vicino a me…
Ho una foto di me e lui senza portafoto che non so per quale motivo non ho mai voluto incorniciare e che tengo appoggiata sulla credenza; parlando a Giove (io gli parlo sempre), gli ho detto di darmi dei segnali attraverso di essa (io credo molto in queste cose)!
Ogni volta che passo delle giornate tristi pensando a lui, la foto si inclina in avanti; all’inizio ho pensato a delle coincidenze ma quando poi ho visto che fa dei mesi bella diritta e poi quando lo piango si piega, da allora il mio cuore si è illuminato.
Vorrei però avere la certezza che le mie non siano solo illusioni e sono certa che prima o poi ce l’avrò.
Ho scelto di parlartene perchè credo che anche tu sia come me e sono convinta che ti possa succedere la stessa cosa, perchè il legame che abbiamo instaurato con i nostri Boris e Giove è troppo forte per finire e neppure la morte lo può fare. Devi crederci veramente…
Ti abbraccio forte.
Sonia

ho letto con le lacrime agli occhi, quanto amore ha dato e ricevuto Boris….anch’io sentivo ancora Baffo, che russava nel suo lettino,a distanza di tempo e un giorno sia io che mio marito ci siamo guardati…..e tutte e due"hai sentito anche tu quello che ho sentito io ?? ?una "russata" di baffo, e ci siamo ricordati in spagna, al ristorante, baffo sotto il tavolo,che dormiva,canzoni in sottofondo, poi un attimo di silenzio….solo il russare del cane…e una signora francese , rivolta al marito"tale e quale a te!!" che bei giorni insieme…sulla spiaggia….prima di baffo abbiamo avuto Gea….*censored*er anche lei , quanto bene, ho voluto e quanto amore mi hanno dato… e io che non ho voluto bambini che non soffrissero come me alla morte di mia madre a 18 anni….soffro.soffro..alla morte invece di stivaletto, gatto nero con zampine bianche, al momento che ha reclinato il capo,un quadro di baffo appeso da 10 anni è cascato, la veterinaria si è spaventata, io ho pensato….si sono incontrati lassù e stanno giocando…..ci ritroveremo…aspettateci…..
Teresita

Buongiorno Diana, è da qualche settimana che ho conosciuto il sito e la storia di Paco e ieri ho voluto anche conoscere il tuo sito. Volevo presentarmi, sono Enza e abito in un piccolo paese della provincia si Salerno, mi sono emozionata nel leggere ciò che hai scritto su Boris e sul vostro legame. Amo gli animali e mi dispiace che nei dintorni del mio paese non ci sono canili perchè farei volentieri del volontriato, in compenso però ho Laika salvata dalla strada dopo che qualcuno l’aveva abbandonata con lei ci sono i suoi due ormai cagnoloni Stella e Schizzo, poi ci sono le mie due gatte Musy e Pulce che questo mese faranno aumentare la famiglia con un lieto evento per entrambe.Infine, ma più importante di tutti per il legame che ci unisce c’è la mia dolce Perla, una cagnolina che vive in casa con me da 11 anni, quando ho letto il mio angelo custode ho sentito parole che descrivonoo anche il legame che unisce me e la mia cagnolina, lei è malata di cuore e anche se la curo all’ultimo controllo le sue condizioni sono risultate peggiorate, non voglio pensare a cosa sarà la mia vita senza di lei perchè il solo pensiero mi fa soffrire, per questo capisco cosa hai povato e provi anche distanza di mesi pensando a Boris. Ti abbraccio
Enza

Un commento

  • Diana Lanciotti

    Care amiche, scrivo una risposta cumulativa per ringraziarvi di tutte le belle parole che mi avete scritto. Boris è stato e spero sarà sempre il mio angelo. Non più accanto a me su questa terra, ma nel Paradiso dove le anime pure si incontrano.
    Un abbraccio

    Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.