Diana Lanciotti – biografia

BIOGRAFIA
Diana.jpgDiana Lanciotti è pubblicitaria, giornalista, scrittrice e fondatrice del Fondo Amici di Paco, associazione nazionale no -profit per la tutela degli animali.
Come scrittrice è soprattutto nota per i suoi libri sugli animali e i romanzi d’amore e avventura.
Venduti in migliaia di copie, i suoi libri sono ora tutti pubblicati da Paco Editore.

Per chi ama i gatti: C’è sempre un gatto – Dodici gatti unici con finale a sorpresa, raccolta di racconti con protagonisti gatti straordinari, e La gatta che venne dal bosco, storia piena di ironia, emozione e magia.
Gli amanti dei cani la conoscono per la quadrilogia di Paco: Paco, il Re della strada, Paco. Diario di un cane felice, In viaggio con Paco e Paco, il simpatico ragazzo, quattro bestseller che hanno per protagonista Paco, il famoso trovatello da lei adottato al canile e diventato testimonial del Fondo Amici di Paco.
Grazie ai libri fotografici I miei musi ispiratori e Occhi sbarrati, si è fatta apprezzare anche come fotografa.
Il suo Boris, professione angelo custode è stato definito “la più toccante testimonianza d’amore per i cani che sia mai stata scritta”.
In Mamma storna ha narrato la storia vera del salvataggio di un piccolo storno caduto dal nido.
Assecondando la sua passione per la vela e il mare, ha scritto anche Black Swan-Cuori nella tempesta, White Shark-Il senso del mare, Red Devil-Rotte di collisione, storie d’amore e di mare con le quali ha inaugurato il filone del “romanticismo d’azione”, amato da lettrici e lettori di ogni età. In Silver Moon-Lo stregone del mare, ha voluto unire i temi a lei cari: amore, mare, animali, ottenendo grande consenso di critica e pubblico.
Con La vendetta dei broccoli, “giallo vegetariano” accolto con grande successo, ha aperto un importante dibattito sulle scelte alimentari.
L’esperta dei cani è stato il suo primo libro dedicato all’educazione cinofila, a cui sono seguiti I cani non hanno colpe, raccolta dei “casi canini risolti” nella rubrica “Parliamone insieme” che cura dal 2008 sulla rivista “Amici di Paco”.
Ogni gatto è un’isola  è una raccolta di “casi felini risolti” nella stessa rubrica.

PER SAPERNE DI PIU’
Diana Lanciotti nasce l’8 giugno 1960 a Desenzano del Garda, dove ha vissuto per buona parte della sua vita. È consulente pubblicitaria, giornalista e titolare della Errico & Lanciotti, agenzia di marketing, comunicazione, editoria, che dirige insieme al marito Gianni Errico.
È fondatrice del Fondo Amici di Paco, associazione no-profit a cui devolve l’intero ricavato dei suoi libri, direttore responsabile della rivista “Amici di Paco” e direttore editoriale di Paco Editore.
Infine, è la mamma adottiva di Paco, il testimonial del Fondo Amici di Paco.
Vive in Sardegna e sul lago di Garda con il marito, tre gatti e due cani.

STUDI E PROFESSIONE
Sin da piccola mostra grande passione e inclinazione per la scrittura. Vince numerosi premi letterari per le scuole e i suoi componimenti vengono letti regolarmente in classe come esempio di “buona scrittura”. Tutti i suoi insegnanti la incoraggiano ad approfondire e perfezionare le sue capacità letterarie.
Lei ci tiene a precisare che non era una “secchiona”, né una “montata”, ma è innegabile che i risultati che conseguiva soprattutto nelle materie letterarie erano ai più alti livelli.
Dopo la maturità scientifica, per “errore di valutazione” si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio, ma a due esami dalla laurea entra in contatto con un’importante azienda multinazionale che si occupa di cosmesi dei capelli e viene assunta come Product Manager. Per sei anni si dedica con entusiasmo a questa formativa esperienza nel settore del marketing aziendale poi, nel 1990, insieme al marito (architetto e marketing manager) decide di “passare dall’altra parte della barricata”, cioè di lavorare in agenzia di pubblicità, per completare l’esperienza nel campo della comunicazione.
Nel 1990 e 1991 opera in veste di copywriter e coordinatrice creativa in una prestigiosa agenzia pubblicitaria del Triveneto e firma numerose campagne pubblicitarie per importanti aziende di diversi settori.
Nel 1992 arriva il momento di fare tesoro delle esperienze acquisite e di mettersi in proprio. E’ così che nasce la Errico & Lanciotti, agenzia di marketing, comunicazione, editoria, che opera per clienti nazionali e internazionali, in cui Diana svolge il ruolo di direttore creativo, avvalendosi della collaborazione di un team di grafici tutti… necessariamente amanti degli animali.
La Errico & Lanciotti, sotto la direzione creativa di Diana, cura gratuitamente tutta la comunicazione del Fondo Amici di Paco e di Paco Editore.
Famose sono le sue campagne “Non siamo giocattoli”, “Buona Pasqua anche a loro”, “Non abbandonare il tuo cane”, “È tempo di vacanze”, “Cane educato, cane rispettato”, “TU CREDI… TI SBAGLI”, “Realtà vera, realtà virtuale”, “Sbarriamogli la strada”, con le quali per prima ha acceso l’attenzione verso problematiche fino a prima taciute o ignorate, tanto da farle diventare un punto di riferimento per tutto il mondo della tutela degli animali e la comunicazione che gli ruota intorno.

Diana è la curatrice del famoso Calendario di Paco, per il quale realizza tutti i primi piani dei cani e dei gatti, che fanno da testimonial per una buona causa: raccogliere fondi per aiutare i cani e i gatti senza famiglia.

A fianco della Errico & Lanciotti, Diana crea anche la sigla ComeComunicareCosa – Forma e sostanza alle buone idee, una struttura snella e dinamica per dare suppporto alle aziende che pur avendo a disposizione budget ridotti non vogliono rinunciare alla qualità della comunicazione.

PASSIONI
Diana ha sempre avuto la passione per gli animali e la fortuna di vivere con cani e gatti. Le sue grandi passioni, il mare, la vela e gli animali, sono i motivi conduttori dei suoi libri.

Nel 1995 esce il suo primo libro: C’è sempre un gatto – Dodici gatti unici con finale a sorpresa (Felinamente – Gruppo Mursia), una raccolta di racconti che hanno per protagonisti gatti straordinari. Nel 2006 il primo libro di Diana viene ripubblicato da Paco Editore, di modo che l’intero ricavo viene devoluto al Fondo Amici di Paco.
Ma è nel 1992 che si verifica un fatto particolarmente importante per Diana: l’adozione di Paco, un trovatello ospite di un rifugio. È per lei il primo tremendo impatto con la realtà di un canile e il fenomeno del randagismo. Da lì nasce la voglia di fare qualcosa per i cagnolini e i mici meno fortunati di Paco.
DianaePaco.jpgPer ringraziare Paco del suo quotidiano amore e per “ricostruire” il periodo della sua infanzia (Paco viene adottato a circa un anno, e nulla si sa della sua vita precedente) Diana decide di scrivere la sua storia. E nel 1997, nella collana arCani del Gruppo Mursia, pubblica il suo secondo libro: Paco, il Re della strada, un libro che presto diventa un “cult” per tutti gli amanti degli animali e un importante strumento di conoscenza e sensibilizzazione sul problema del randagismo. Il libro, per i suoi contenuti educativi, viene presto pubblicato anche in versione scolastica ed è adottato da anni in molte scuole medie. Nel 2006 il primo libro di Paco viene ripubblicato da Paco Editore, cosicché l’intero ricavato viene devoluto al Fondo Amici di Paco.
Ispirandosi a Paco, nel 1997 Diana e il marito  fondano il Fondo Amici di Paco, associazione nazionale no-profit che si occupa di aiutare i cani e i gatti senza famiglia e di diffondere i valori del rispetto e dell’amore verso gli animali. All’associazione Diana devolve interamente i diritti d’autore dei suoi libri, ora tutti pubblicati da Paco Editore.
Dal 2002 Diana organizza ogni anno la Campagna Antiparassiti, con la quale, grazie alla generosità dei suoi sostenitori, il Fondo Amici di Paco aiuta canili e gattili in varie zone d’Italia a difendere i propri ospiti dalla minaccia dei parassiti.
Dal 1998 Diana è direttore responsabile della rivista Amici di Paco, che ha una diffusione di 12.000/15.000 copie e viene letta in tutta Italia da almeno 60.000 persone a numero.
Nel 1999 Diana e Gianni fondano la casa editrice Paco Editore, che pubblica storie di animali e anche romanzi, i cui proventi sono devoluti al Fondo Amici di Paco.
Nel 2000 Diana chiede a Mursia, il suo editore, di rescindere il contratto, per poter pubblicare i suoi libri con l’etichetta di Paco Editore e poter così devolvere non solo i diritti d’autore ma anche tutto il ricavato in sostegno delle attività del Fondo Amici di Paco.
Diana è direttore editoriale di Paco Editore, che ora pubblica tutti i suoi libri (compresi quelli un tempo pubblicati da Mursia).

DianaePacoCP.jpg Nel 2000, per Paco Editore, esce Paco. Diario di un cane felice, un nuovo “cult” per gli amanti dei cani. Una storia scritta a 2 mani e… 4 zampe, dove i due “coautori” (Paco e Diana) narrano, un capitolo a testa, il percorso che li ha portati a incontrarsi.
Segue, nel 2005, In viaggio con Paco, che narra le avventure “incredibili ma vere” di Paco in versione… marinaio. Un libro amatissimo anche dagli appassionati di vela, visto che parla proprio di un viaggio in barca di Paco con Diana e Gianni.
Dopo la scomparsa di Paco, per soddisfare le richieste dei tantissimi “amici di Paco”, Diana pubblica Paco, il simpatico ragazzo, l’album fotografico con testi che raccoglie le più belle e toccanti fotografie di Paco.
Grazie ai libri fotografici I miei musi ispiratori e Occhi sbarrati – Reportage da canile, Diana si è fatta apprezzare anche come fotografa.
Il suo Boris, professione angelo custode è stato definito “la più toccante testimonianza d’amore per i cani che sia mai stata scritta”.
Mamma storna, è la storia vera del salvataggio di un piccolo storno caduto dal nido.

Ma la passione per la scrittura non può limitarsi a libri che parlino solo di animali. Grande appassionata di mare e di vela, nel 2003 Diana si dedica a un nuovo filone, il “romanticismo d’azione”, con il suo romanzo Black Swan-Cuori nella tempesta, il primo di una quadrilogia che prosegue con White Shark-Il senso del mare (2006) e Red Devil-Rotte di collisione (2008), storie d’amore e di mare apprezzate da lettrici e lettori di ogni età, a cui si è aggiunto Silver Moon – Lo stregone del mare (2010).

Nel 2013 (dopo un lungo periodo di pausa dovuto alla negligenza di un medico che le ha provocato gravi problemi di salute con un intervento alle tonsillle di cui non aveva bisogno, a causa del quale ha rischiato ben due volte la vita) pubblica La gatta che venne dal bosco, storia piena di emozione e magia che supera tutte le previsioni di vendita.
In luglio del 2014 esce l’attesissimo La vendetta dei broccoli, un “giallo vegetariano” originalissimo e ricco di colpi di scena, dalla parte degli animali, per divertirsi e riflettere.
Nel 2015 esce L’esperta dei cani, scritto in collaborazione con Demis Benedetti, apprezzatissimo dog trainer, una “passeggiata” nel mondo dell’educazione cinofila per creare un rapporto ideale con il proprio cane. Sul’onda del successo de L’esperta dei cani, nel marzo 2017 esce I cani non hanno colpe, con cui Diana torna a occuparsi di problemi di convivenza con i nostri cani: i cosiddetti problemi comportamentali, definizione di comodo sotto la quale si cela la nostra incapacità di capirli e farci capire. Nel 2018, sulla scia del successo de I cani non hanno colpe, esce Ogni gatto è un’isola, con il quale Diana offre ai propretari di gatti la sua esperienza (e la sua sensibilità) per capire il misterioso e affascinante mondo felino.

HOBBY
Diana ha una vera passione per l’acqua e il mare (a volte pensa di essere la reincarnazione di una foca monaca) e ama tantissimo nuotare, ma anche fare lunghissime passeggiate in vicinanza del mare e arrampicarsi su e giù dalle scogliere, in compagnia del marito e dei suoi cani.
Appassionata velista, per anni ha timonato barche che hanno vinto o si sono onorevolmente piazzate in numerose regate sul Lago di Garda (tra cui il Gorla e la mitica Centomiglia).
Da sempre coltiva una grande passione per il giardinaggio (soprattutto per le piante succulente) e quando può si arma di badile, piccone e zappa e pianta e trapianta cespugli e alberi, costringendoli al “nomadismo” per via dei suoi frequenti ripensamenti sulla configurazione del giardino.

Altra sua grande passione è la fotografia. Ama moltissimo fotografare tramonti e animali in primo piano (dice che dal loro sguardo gli si legge nel profondo dell’anima) e quasi tutte sue sono le foto delle copertine dei libri di Paco Editore, del Calendario di Paco e della rivista “Amici di Paco”. Diana usa un’attrezzatra Nikon professionale ed è Nikon Photographer Advanced. Sul sito https://www.nikonphotographers.it/dianalanciotti è visibile una selezione delle sue foto.
Nel 2015 Diana ha deciso di mettere al servizio degli animali la sua attrezzatura fotografica e la sua abilità di fotografa per scattare ritratti di cani e di gatti il cui ricavato è devoluto al Fondo Amici di Paco. Per saperne di più: http://www.dianalanciotti.it/2017/05/il-tuo-cane-puo-diventare-un-dog-model/

Simona Rocchi
Ufficio stampa Fondo Amici di Paco e Paco Editore
simona@amicidipaco.it

Nota legale Tutte le fotografie contenute in questo sito sono di proprietà di Diana Lanciotti.
È vietata la riproduzione totale o parziale di testi o fotografie, salva espressa autorizzazione scritta di Diana Lanciotti.

DianaeBoris1.jpg