Lupo, cucciolone col megaesofago

Ciao Diana, ti scrivo perché mi trovo in una situazione difficile, oltre che estremamente stanca fisicamente sono provata emotivamente. Lupo è un trovatello, ora è un cucciolone di 10 mesi. Abbiamo notato che stava male verso i 4-5 mesi di età, rigurgitava tutto il cibo. Tramite lastre con liquido di contrasto e TAC il responso è stato Megaesofago generalizzato congenito. Ho seguito tutti i consigli, mangia in piedi, dopo i pasti rimane fermo, seduto, per 15-20 minuti. Ma comunque lui è molto magro, ha poche energie e almeno due volte al giorno rigurgita una parte di ció che mangia.
Mi hanno consigliato di provare a chiedere se fosse possibile operarlo, se non per guarirlo almeno per migliorare la sua vita. A quanto ho capito l’unico effettivamente in grado di fare operazioni su questo tipo di megaesofago è il dott. Mazzocchi di Caorso. Gli altri veterinari mi dicono che il cane è inoperabile, probabilmente non avrà una lunga vita.
Sono aperta a qualsiasi consiglio. Ammetto che partire ora con Lupo sarebbe davvero difficile (ci troviamo in Sardegna), non essendo lui in gran forma fisica, ma sono pronta a far tutto per salvarlo.
Cordiali saluti

Valeria

Cara Valeria,
capisco perfettamente quello che provi, avendolo passato con il mio Joy. Sull’intervento ho sentito pareri molto discordi. Chi ha fatto operare il proprio cane non mi ha mai dato aggiornamenti a distanza di tempo.
Però so che molte persone che avevano fatto curare i loro cani dal dottor Dalzovo, il nostro veterinario che salvò il mio Joy, hanno ritrovato la serenità.
Purtroppo il dottor Dalzovo non c’è più, però il suo assistente sarà di certo in grado di darti i migliori consigli. A parte ti mando la sua email.
Intanto ti invito a leggere i consigli che ho dato in questi anni a chi mi ha interpellata. Li trovi qua: https://www.dianalanciotti.it/2019/01/megaesofago-canino-curarlo-si-puo/
Per quanto riguarda la somministrazione dei pasti non c’è bisogno di tenerlo “in piedi” su due zampe: basterà usare una ciotola collocata all’altezza del petto, in modo che Lupo non abbia bisogno di chinarsi in avanti per mangiare. Ho scoperto che ce n’è una perfetta proprio per questo scopo, della BAMA pet (le vedi qua: http://www.bamagroup.com/it/ciotole-per-cani-rialzate-food-stand-e-food-stand-maxi-foodstand.html . Ho aggiunto anche la tua lettera, perché più opinioni ci scambiamo più ci aiutiamo) .
E non c’è nemmeno bisogno di tenerlo fermo seduto dopo il pasto, ma basterà non farlo correre e saltare.Se puoi lasciagli l’acqua a disposizione lontano dai pasti. Per quanto riguarda la pappa, ti consiglio di preparargliela in base alla ricetta che ho consigliato altre volte: riso soffiato bagnato con acqua tiepida, carne macinata, carote tritate, ricotta e/o formaggio tipo latteria e yogurt. A parte potrai dargli anche del pane secco da sgranocchiare.
Ma non è tanto il cibo o la somministrazione ad avere importanza, quanto la cura che va fatta in base al caso specifico per qualche mese, con costanza e fiducia. All’inizio ti sembrerà molto difficile e ci saranno momenti in cui ti demoralizzerai. Ma bisogna insistere. E se hai qualche dubbio, io sono qua.

Ti faccio tantissimi auguri e per favore tienimi informata. Fai una coccola a Lupo
Diana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *