Email di Andrea, studente di prima media, sulla storia di Paco

Buon giorno,  sono un alunno di prima media della scuola Bascapè di Saronno , ho letto il libro “Paco il re della strada” . Visto che la storia di Paco è una storia vera volevo domandarle come ha saputo il passato di Paco.

Distinti Saluti
Andrea

Caro Andrea, la storia di Paco è vera nel senso che Paco è un cane vero, in carne e ossa, non inventato.
La sua storia, in realtà, è la storia di tanti cani abbandonati, gettati via come scarpe vecchie e scomode: un destino che nessun essere vivente merita.
Quando ho iniziato a scriverla, avevo in mente di parlare della nostra storia, dall’adozione al canile in poi… Poi, man mano che scrivevo, con il mio Pachino sdraiato accanto o sotto la mia scrivania, mi accorgevo che aumentava la voglia di scrivere del suo passato. E mentre scrivevo, mi sembrava di vedere realmente le scene che ho descritto… Tanto che, un po’ per scherzo ma con un fondo di verità, dico sempre che è stato Paco a farmi cambiare idea e a farmi scrivere la sua storia passata… dettandomela con il pensiero.

E poi ci sono tanti indizi che, appena Paco è entrato in casa nostra, ci hanno fatto capire che aveva già avuto una vita da cane di famiglia, e chi l’ha abbandonato ha compiuto un atto infame.
Ma non ti svelo altro… perché mi auguro che sarai curioso di sapere il seguito, che ho scritto in Paco. Diario di un cane felice, il secondo libro su Paco (ne ho scritti in tutto 4 su di lui). Magari mi permetterò di suggerirne la lettura alla vostra professoressa che, facendovi leggere la storia di Paco, ha dimostrato una grande sensibilità verso creature che hanno tanto da donarci e insegnarci.

Ti faccio tanti auguri per la tua carriera scolastica
Diana

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *