I REGALI DI PACO, per un Natale all’insegna della bontà!

A Natale è tradizione, più che in altri momenti dell’anno, ricordarsi di chi soffre e ha bisogno del nostro aiuto. Senza scordare la solidarietà verso i nostri simili, anche quest’anno possiamo scegliere i Regali di Paco per aiutare tanti cani e gatti in difficoltà. Come il Calendario di Paco o i libri di Paco Editore, il cui ricavato è devoluto al Fondo Amici di Paco. Regalarli, farseli regalare è un gesto di grande di generosità verso creature che soffrono ingiustamente. E se siete “amici di Paco”, troverete delle offerte esclusive per voi! Scopritele sul numero 70 della rivista Amici di Paco

A Natale è ormai sempre più di tendenza fare regali solidali, rivolgendo un pensiero almeno in questo particolare momento dell’anno a chi ha soffre e ha bisogno di aiuto. Perciò bando agli sprechi e ai regali superflui, a favore del regalo solidale, il cui ricavato serve per sostenere una nobile causa.
Da vent’anni i “Regali di Paco” sono proposti dal Fondo Amici di Paco proprio per soddisfare le richiese di chi vuole farsi ricordare con un regalo utile, che faccia del bene a chi ne ha più bisogno.
L’associazione è nata grazie a Paco, il famoso cagnolino bianco e nero che ne è stato l’amatissimo testimonial e ispiratore per dieci anni, dopo essere stato salvato dal canile e adottato da Diana Lanciotti e dal marito Gianni Errico, che nel 1997 decisero di fondare l’associazione per aiutare i cagnolini e i mici meno fortunati di lui. Il Fondo Amici di Paco, che quest’anno ha compiuto ventun anni, è stato la prima associazione ad attirare l’attenzione di istituzioni, media e cittadini sulle problematiche dei cani e dei gatti abbandonati. Così come è stato il primo a rendere noto il fenomeno del randagismo, troppo a lungo ignorato, e a condurre importanti campagne (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”), che hanno aperto la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli.
In nome e nel ricordo di Paco, scomparso dodici anni fa, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati (v. Campagna Antiparassiti, che ogni anno consente di aiutare migliaia di cani e di gatti salvati e accolti dai rifugi).

IL MITICO CALENDARIO DI PACO
Per un Natale solidale, il Fondo Amici di Paco propone per il ventesimo anno il famoso Calendario di Paco (sia in versione da parete che da scrivania), il più amato, apprezzato (e imitato), con foto di cani e gatti: un vero e proprio “oggetto di culto” per migliaia di amanti degli animali, che pur di averlo lo prenotano da un anno all’altro. Le foto sono anche questa volta realizzate da Diana Lanciotti, che ha ritratto cani e gatti con la sua “magica” macchina fotografica, con la quale riesce a far affiorare da ogni ritratto canino o felino l’anima più segreta del soggetto.
I “Regali di Paco” sono anche libri, ovviamente editi da Paco Editore, la casa editrice nata dal Fondo Amici di Paco, a cui va il ricavato delle vendite.

TANTI LIBRI PER TUTTI I GUSTI
Libri “buoni”, perché fanno del bene e aiutano tanti cani e mici senza famiglia. Sono tanti, per tutti i gusti. Qui vi presentiamo quelli scritti da Diana Lanciotti, giornalista, scrittrice e fondatrice del Fondo Amici di Paco, costantemente in vetta alle classifiche di vendita della casa editrice. Considerata l’autrice più prolifica di storie sugli animali, con i suoi diciotto titoli finora pubblicati non ha sbagliato un colpo.
Per conoscere Paco e la sua storia che da anni fa commuovere e divertire migliaia di lettori, potete partire col leggere i libri della sua celebre trilogia. Vediamoli.

Paco, il Re della strada, un long seller venduto da vent’anni, in cui Paco (sfruttando l’abile penna di Diana) narra le sue avventure di cane di famiglia abbandonato, adottato e diventato famoso proprio grazie a questo libro. Un cult per tutti gli amanti degli animali, grandi e piccini. Per i suoi contenuti educativi, il libro da anni viene scelto da molti insegnanti delle scuole medie o delle superiori come testo di narrativa, con grande apprezzamento degli studenti.
Il secondo libro è Paco. Diario di un cane felice, dove Diana e Paco raccontano, un capitolo a testa, la storia che li ha portati a incontrarsi ed episodi divertenti e commoventi di vita insieme.
Il terzo è In viaggio con Paco, che narra, sempre con la tecnica della scrittura “a due mani e quattro zampe”, le avventure in barca a vela di Paco, con Diana e il marito Gianni. Il libro è spiritoso e divertentissimo, e contiene anche importanti spunti di riflessione sugli animali ma anche sugli umani.
Dopo la scomparsa di Paco, Diana ha raccolto in Paco, il simpatico ragazzo centinaia di foto di Paco, accompagnandole con commenti in cui, tra una riflessione e un ricordo, ci traccia un ritratto ancora più completo del famoso cane eroe.

Se amate i gatti, non potete perdervi C’è sempre un gatto-Dodici gatti unici con finale a sorpresa e La gatta che venne dal bosco e il recentissimo Ogni gatto è un’isola, in cui Diana ci conduce nel misterioso e affascinante mondo dei piccoli felini, aiutandoci a capirli di più.
Se invece amate i libri fotografici, potete optare per I miei musi ispiratori e Occhi sbarrati-Reportage dal canile, ai quali si aggiunge la strenna di Natale 2018 Mostri canini, un divertente e affettuoso “dietro le quinte” delle esposizioni canine, in cui Diana ci racconta “che cosa fanno i cani durante una mostra canina”.

Se siete in cerca della più bella storia d’amore tra un essere umano e un cane, l’avete trovata: è Boris, professione angelo custode, definito “la più toccante dichiarazione d’amore di una donna al suo cane”. Una storia vera con cui l’autrice ha raggiunto i più ampi consensi tra chi ama gli animali e trova in lei un’attenta e sensibile interprete dei propri sentimenti.
Sempre Diana è l’autrice di Mamma storna, uscito lo scorso anno in una seconda edizione arricchita da un nuovo capitolo: il diario divertente e commovente dei 42 giorni vissuti con un piccolo storno caduto dal nido. Corredato di foto a colori che testimoniano la veridicità di una storia che ha… dell’incredibile, è un libro toccante ma anche ironico, divertente, che svela una verità che molti preferiscono ignorare: che è possibile interagire, comprendersi (e amarsi) tra specie completamente diverse. Non potete perderlo.
E chi non volesse leggere storie “solo” di animali? Trova anche qui pane per i suoi denti, nei quattro romanzi del filone amore-mare-avventura, quel “romanticismo d’azione” di cui Diana Lanciotti è l’antesignana.
Pur non essendo libri a contenuto “animalista”, hanno sempre tra i protagonisti anche un cane o un gatto, figure che incidono fortemente nella storia.

I titoli: Black Swan-Cuori nella tempesta, White Shark-Il senso del mare e Red Devil-Rotte di collisione, tre grandi successi e altrettanti condensati di amore, mare, vela, azione, avventura, che hanno incontrato il favore di lettrici e lettori di ogni età grazie alla capacità dell’autrice di scavare nelle pieghe più segrete dell’animo umano. E poi Silver Moon-Lo stregone del mare, un romanzo a 360 gradi, con il quale la scrittrice accontenta contemporaneamente gli amanti delle sue storie di animali e quelli dei suoi romanzi d’amore e avventura: una storia “magica” di animali, amore, suspense, che narra di una bambina, di una donna e di un uomo i cui destini sono uniti a quelli di un cane, un cavallo e un gatto dotato di poteri… sovrannaturali.
E chi ama il brivido di un buon giallo? Il piatto è servito con… La vendetta dei broccoli, un “giallo vegetariano” intrigante, stupefacente, macabro, irriverente, ma anche ironico e divertente, ambientato nel mondo dell’alta gastronomia. Un noir a tinte forti, pervaso da un’ironia intelligente, capace di… far inorridire e nel contempo divertire. Da far desiderare un sequel, e magari un film… Uscito quattro anni fa, ma sempre attualissimo, ha aperto un dibattito acceso ma costruttivo sui temi delle scelte alimentari e operato diverse “conversioni” al vegetarismo.

E chi vuole migliorare il rapporto con il proprio cane, e non ne può più di teorie fumose e “scuole di pensiero” contraddittorie? Anche qui ci viene in aiuto Diana Lanciotti con L’esperta dei cani, scritto in collaborazione con Demis Benedetti, educatore cinofilo tra i più apprezzati, e I cani non hanno colpe, due preziose guide condite di riflessioni, consigli pratici e soprattutto praticabili, che ci aiutano a fare finalmente chiarezza tra i tanti messaggi contrastanti che ci arrivano dal mondo della cinofilia, insegnandoci con semplicità e immediatezza l’approccio adatto per avere al nostro fianco un cane educato e felice, e creare una convivenza basata sull’intesa, il rispetto e la fiducia reciproca.
«Troppo spesso ci dimentichiamo che i nostri cani sono… cani e pretendiamo da loro comportamenti, pensieri e ragionamenti da umani», afferma Diana. «Da questo madornale equivoco nascono i problemi maggiori nella convivenza con i nostri migliori amici. Dobbiamo sforzarci di… ragionare col cuore, anziché con la mente. So che sembra un controsenso, e invece è l’unica via percorribile per arrivare alla comprensione perfetta.»
Andando ben oltre le varie “scuole di pensiero” che sostengono la superiorità del proprio Metodo sul Metodo degli altri, Diana Lanciotti ci propone un punto di vista assolutamente innovativo e un approccio rivoluzionario, quello che lei stessa ha definito “educazione creativa”, che va direttamente al cuore del problema aiutandoci a considerare il nostro cane per quello che veramente è, e non quello che noi vogliamo che sia.

NON SOLO LIBRI…
Oltre ai libri (ce ne sono tanti altri, interessantissimi, di diversi autori), il Fondo Amici di Paco propone anche i biglietti d’auguri: gli “Auguri di Paco” da inviare ai vostri cari per un augurio benefico.
Un altro “buon” regalo è l’iscrizione al Fondo Amici di Paco, con la quale si diventa “amici di Paco”, si sostengono le iniziative dell’associazione e si riceve per un anno la rivista “Amici di Paco”.
Regali “buoni”, quelli del Fondo Amici di Paco, da regalare e regalarsi per un Natale all’insegna della bontà e della solidarietà.

Potete acquistarli sullo shop online del sito www.amicidipaco.it o richiederli direttamente al Fondo Amici di Paco (tel. 030 9900732, fax  030 5109170 paco@amicidipaco.itwww.amicidipaco.it).

Calendario e libri sono ovviamente anche in libreria.

Il Fondo Amici di Paco, fondato nel 1997 da Diana Lanciotti con il marito Gianni Errico in seguito all’adozione di Paco al canile, ha portato all’attenzione di istituzioni, media e cittadini le problematiche dei cani e dei gatti abbandonati rendendo noto il fenomeno del randagismo, un tempo ignorato.
Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione (come quella di Natale: “Non siamo giocattoli, non regalarci a Natale”, o quella estiva: “Non abbandonare il tuo cane. Lui non ti abbandonerebbe mai”, o quella di Pasqua “Buona Pasqua anche a loro”, tutte realizzate gratuitamente dall’agenzia Errico & Lanciotti), ha saputo aprire la strada a una nuova coscienza nei riguardi degli animali e favorito la nascita di molte altre associazioni impegnate a difenderli. Tanto che occuparsi di animali abbandonati è oggi diventato un impegno diffuso e riconosciuto da tanti.
In nome e nel ricordo di Paco, scomparso nel 2006, il Fondo Amici di Paco prosegue le sue attività sia nella direzione della sensibilizzazione che degli aiuti concreti ai rifugi che accolgono i cani e i gatti abbandonati. Non avendo spese di gestione (di cui si fanno carico i due fondatori), l’associazione può devolvere l’intero ricavato delle somme raccolte grazie alla generosità dei suoi sostenitori che da tutta Italia appoggiano le iniziative a favore degli animali più bisognosi.

Per informazioni, acquisti, contributi o adesioni al Fondo Amici di Paco: tel. 030 9900732, fax  030 5109170, paco@amicidipaco.itwww.amicidipaco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *