I cani (da “Occhi sbarrati – Reportage dal canile”)

I cani
Sono quegli esseri meravigliosi capaci di farmi commuovere con uno sguardo o lo sventolio della coda, di farmi sentire la persona più importante della terra, la più perfetta, buona e, soprattutto, amata. Sono quelle anime semplici alle quali basta una carezza per sentirsi felici, quando noi umani la felicità non la raggiungiamo neanche con l’impegno di tutta una vita. Sono quelle creature prive di sovrastrutture mentali, candide, pulite, che non ti giudicano mai, se non in positivo, anche quando compi le azioni più turpi, e anche se le commetti ai loro danni. Ed è proprio questa loro capacità di assolverci sempre, qualsiasi cosa facciamo, che deve obbligarci a essere migliori per meritare il loro amore, e non considerarlo un fatto dovuto e scontato. Dicono che se fissi a lungo un cane, lui abbassa gli occhi per primo. Questo atteggiamento fa parte del suo bagaglio di animale addomesticato. Ma ci sono tanti uomini che, guardando negli occhi un cane, dovrebbero abbassare per primi lo sguardo.

Diana Lanciotti (Occhi sbarrati – Reportage dal canile – 2007, Paco Editore)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *