Taglia su "Una bomber": dov’è lo scandalo?

In seguito all’ultimo attentato di ieri in cui una bimba ha rischiato di perdere una mano, c’è chi parla di taglia sul maniaco criminale.
C’è chi grida allo scandalo e rievoca i tempi del Far West…

Dieci anni di crimini impuniti, nei luoghi più disparati: chiese, supermercati, spiagge, cimiteri, luoghi in cui la gente va senza pensare di doversi difendere dagli attacchi di un maniaco criminale.
Oltre dieci le vittime, che ci hanno rimesso chi una mano, chi "solo" alcune dita, chi un occhio. L’ultima la bambina che ieri, nel duomo di Motta di Livenza, ha avuto tre dita di una mano spappolate a causa dell’esplosione di un cero votivo.
Dopo dieci anni gli inquirenti, come dicono i giornalisti delle barzellette, "brancolano nel buio".
Tutt’al più qualcuno di loro, com’è successo poco più di un mese fa dopo l’ultimo attentato per fortuna andato a vuoto, gli lancia una sfida. E lui, la primula rossa dei supermercati, non esita ad accoglierla. I risultati si sono fatti vedere ieri, appunto.
E allora c’è chi chiede la pena di morte, ma questa è una provocazione, come sa di certo il ministro Calderoli che l’ha invocata. Ma sempre la Lega chiede di mettere la taglia su Una bomber e i soliti politici del "contro a ogni costo" gridano allo scandalo e parlano di Far West.
Ipocriti!
Lo sapete benissimo che oggigiorno parlare di taglia non ha nulla ache fare con il cartello "Wanted" visto in tanti western, con tanto di scritta "vivo o morto".
No, cari signori mistificatori, per taglia si intende che se qualcuno sa qualcosa e può fornire alla polizia degli elementi per trovare il pazzo criminale, gli verrà riconosciuto un "premio".
C’è da scandalizzarsi?
Ma voi, puri e duri, non volete. Preferite che la polizia continui a "brancolare nel buio", piuttosto che trovare soluzioni alternative, dove il Far West non c’entra niente, ma dove si cerca di risolvere finalmente una piaga che mette a rischio l’incolumità dei cittadini.
Sapete?… quei cittadini i cui voti vi fanno così comodo… Ma se Una bomber continuerà a far saltare in aria le loro mani, come potranno fare a mettere la croce sul vostro simbolo? Pensateci…
A meno che, essendo il Nordest notoriamente a voi non favorevole, una sistematina da parte di un bombarolo folle non vi faccia tutto sommato comodo…

Diana Lanciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *