Ordinanza Sirchia “Cani potenzialmente pericolosi” – Il parere di Emilio Nessi

Facendo seguito all’articolo di Diana Lanciotti sulla recente Ordinanza Sirchia (v. http://www.dianalanciotti.it/2003/09/la-bufala-delle-razze-pericolose/ ) abbiamo chiesto il parere di Emilio Nessi, famoso giornalista RAI amico degli animali e autore di Theo, il dono degli dei, edito da Paco Editore.

Li chiamano consiglieri, esperti. Io li definirei più semplicemente incompetenti. Già, perché i vari aiutanti del Ministro Sirchia a mio avviso non ne hanno azzeccata una. Anzi no. Una l’hanno azzeccata. Infatti, per non sbagliare, eccoli che in quella famosa lista “nera” hanno inserito quasi tutte le razze. Una più, una meno… Tanto…
E purtroppo, ma era largamente prevedibile, ecco che gli abbandoni sono già aumentati. Molti, proprio per evitare di essere additati dai vari passanti come degli “untori” (“Guarda: quello porta a spasso il suo cane di grossa taglia senza museruola”) hanno preferito sbarazzarsi dei loro amici a quattro zampe. Mi correggo: non amici a quattro zampe perché un amico è un amico sia a due che a quattro zampe. E un amico non si abbandona. Mai.

È di oggi l’uccisione di due grossi cani in autostrada, e il ricovero di decine di cani in canili più o meno ospitali.
Certi cani di certe razze devono avere la museruola? Vien da sorridere pensare che cani come i San Bernardo, i Collie e tanti altri siano diventati dall’oggi al domani dei pericolosissimi cani combattenti. Suvvia, siamo seri.

Di una cosa sono certo. Il ministro Sirchia non gioca con i cani, non trascorre del tempo con loro assaporando la gioia dei loro salti giocosi, delle loro coccole. Se lo facesse, conoscerebbe a fondo la materia e certamente non avrebbe firmato quell’ordinanza.
Sorvolando su chi, come, quando questi controlli verranno effettuati, è evidente che firmando questo decreto legge si è assunto una responsabilità enorme.
Non mi meraviglierei se i suoi sonni fossero turbati dalle centinaia di quattro zampe randagi e non, di piccola o grossa taglia che in religioso silenzio lo guardano fisso negli occhi.

Emilio Nessi (da Amici di Paco 25)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *